VC

martedì 4 ottobre 2016 12:30

(ANSA) – ROMA, 4 OTT – Il Nobel per la Fisica 2016 è andato aDavid Thouless, Duncan Haldane e Michael Kosterlitz, per lascoperta del ‘volto’ esotico della materia, ossia dei passaggiche avvengono da uno stato all’altro della materia in condizioniinusuali. Questi studi hanno aperto le porte alla ricerca dinuovi materiali e in particolare di quelli per lasuperconduttività ad alta temperatura. Thouless, dell’Universitàdi Washington a Seattle, Haldane, dell’università di Princeton eKosterlitz, della Brown University sono i fisici, tutti e tre diorigine britannica, che fin dagli anni ’70 hanno cercato diesplorare il cuore della materia. “Hanno studiato i passaggi cheavvengono nella materia quando avviene il passaggio da uno statoa un altro”, ha spiegato Marco Grilli, del dipartimento diFisica dell’Università Sapienza di Roma. I ricercatori premiaticon il Nobel sono stati i primi a vedere che cosa succede quandosi passa da un oggetto magnetizzato, come una calamita, a unoggetto che non lo è.