WEC 2016, 6 Ore del Fuji: pole per Audi

Audi sugli scudi in Giappone: a scattare dalla pole position nella 6 Ore del Fuji sarà la R18 e-tron quattro n.8, affidata nelle qualifiche a Lucas di Grassi e a Loic Duval. 1’23″570 è la media che ha permesso a di Grassi e Duval di battere per soli 25 millesimi la Porsche 919 Hybrid n.1 campione del mondo in carica, nelle mani di Mark Webber e Timo Bernhard. Quella in terra nipponica è la seconda partenza al palo nella stagione 2016 per l’Audi R18 e-tron quattro n.8.

La seconda fila è occupata totalmente dalla Toyota. A prendere il via dalla terza piazzola in griglia sarà la TS050 Hybrid n.5, affidata al campione del mondo di Formula E in carica, Sébastien Buemi, e a Kazuki Nakajima. La vettura gemella, la TS050 Hybrid n.6, nelle mani di Kamui Kobayashi e Stéphane Sarrazin, ha colto il quarto tempo di sessione. Solo 26 millesimi hanno separato le due vetture della casa nipponica in qualifica.

Quinta posizione per l’Audi R18 e-tron quattro n.7, affidata ad André Lotterer e Benoit Tréluyer; l’equipaggio della casa di Ingolstadt ha preceduto la Porsche 919 Hybrid n.2, nelle mani di Neel Jani e Marc Lieb. Pole position – la sesta stagionale – tra le LMP1 private per la Rebellion R-One n.13, affidata a Dominik Krahaimer e Alexandre Imperatori.

Quinta pole position stagionale nella classe LMP2 per l’Oreca 05 Nissan n.26, preparata dalla G-Drive Racing e affidata a Roman Rusinov e Alex Brundle; seconda posizione per l’Alpine A460 Nissan n.36 della Signatech Alpine, nelle mani di Gustavo Menezes e Nicolas Lapierre. Completa la top three la Ligier JS P2 n.30, guidata da due alfieri della GP2, il nostro Antonio Giovinazzi e Sean Gelael. Giovinazzi, peraltro, parteciperà ai test LMP1 con Audi: la notizia è arrivata a margine del weekend di gara nipponico.

Ford davanti a tutti nella classe LMGTE Pro, grazie alla pole position della GT n.66, affidata a Stefan Mucke e Olivier Pla; si tratta della prima partenza al palo per la casa americana nel WEC. Per Ford è doppietta: accanto alla GT n.66 in prima fila ci sarà la vettura gemella, la n.67, nelle mani di Harry Tincknell e Andy Priaulx. Terza posizione per la Ferrari 488 GTE n.71, di Davide Rigon e Sam Bird; la vettura è preparata da AF Corse. Nella classe LMGTE Am, quinta pole position stagionale per l’Aston Martin Vantage n.98 di Paul Dalla Lana e Pedro Lamy.

Foto: FIA WEC

1di 16