Porsche Mission E. Proseguono i test per l'anti-Tesla di Zuffenhausen [Video]

A Ginevra Porsche ci ha stupito con una variante Cross della sua Mission E, l’auto elettrica basata sulla piattaforma J1 che dovrebbe arrivare il prossimo anno. Il che ha aperto l’ipotesi alla produzione di più varianti dell’anti-Tesla tedesca, come ha dichiarato lo stesso Stefan Weckbach, capo dello sviluppo veicoli elettrici Porsche:“Se si parla di una due porte, o di una cabrio, la piattaforma della Mission E è pronta per questo“. Tra l’altro non tutte le versioni di Mission E potrebbero montare due motori elettrici capaci di rendere le auto a trazione integrale.

“Stiamo valutando l’opzione della trazione posteriore“ – ammette Weckbach -. La versione più potente avrà comunque le quattro ruote motrici. Uno dei punti principali è il peso un fattore importante nelle auto elettriche. Weckbach ha assicurato che la vettura peserà come la Panamera o poco di più. Anche se lo svantaggio vero della trazione posteriore è il fatto che non è in grado di recuperare tanta energia come la trazione integrale attraverso il sistema di recupero in frenata.

Confermati per adesso sono il primo sistema di trazione a 800 volt assieme alle caratteristiche salienti di questa sportiva: quattro porte e quattro sedili singoli, oltre 600 CV (440 kW) di potenza e oltre 500 km di autonomia. Questo modello a trazione integrale con quattro ruote sterzanti accelera da 0 a 100 km/h in meno di 3,5 secondi e consente di ricaricare l’80% della batteria in 15 minuti.