È ufficiale: le hypercar ibridecorreranno a Le Mans dal 2020.





Tra i produttori di Hypercar che fin da subito si è mostrato molto interessato per questa nuova categoria troviamo Koenigsegg, ma anche Toyota, realizzando una concept all’inizio di quest’anno. La Gazoo Racing Super Sport, in hypercar da 1000 cv

Questa nuova categoria andrà fuori all’attuale livello superiore di auto LMP1, quindi, e in arrivo una serie di nuovi hypercar supportati da “budget molto più ragionevoli”. L’aerodinamica di ciascuna auto, ad esempio sarà limitata per evitare grosse spese, il budget di ciascuna squadra sarà fissato a 20 milioni di euro al massimo per due auto. Il personale è limitato a 40 persone per entrambe le auto.





“Le normative dovrebbero incoraggiare i produttori a produrre automobili che somigliano ai veicoli stradali”, spiega Vincent Beaumesnil, direttore sportivo dell’ACO. La FIA dice che ogni auto avrà un solo sistema ibrido sull’assale anteriore, con una potenza di 268 CV ​​che non può costare oltre 3 milioni di euro per lo sviluppo. Parlando di peso 70 kg per la batteria e 50 kg per il motore elettrico. “Questa specifica facilmente realizzabile non richiede uno sviluppo costoso”, afferma la FIA.





L’unità di combustione interna limitata a 700 cv con un peso minimo di 180 kg. La FIA indicherà, nel tempo, una specifica sui consumi al fine di limitare i costi. In totale la potenza si aggirerà sui 1.000 CV complessivi. Che spingeranno un peso di soli 1.040 kg. Le auto verranno equipaggiate con delle zavorre di massimo 50 kg per allineare le potenzialità delle auto, quindi aumentare la competitività.