La spedizione arriva direttamente nel bagagliaio della Smart. Sarà possibile indicare la citycar come indirizzo di consegna del pacco con gli acquisti effettuati online. Insomma in questo caso il postino non suonerà due volte, come nel celebre film tratto dal romanzo omonimo di James M. Cain, ma “busserà” in modo tecnologico direttamente nel portabagagli grazie a “Smart ready to drop”. Anche il corriere poi (il partner prescelto è il colosso Dhl), oltre alle consegne, potrà ritirare gli eventuali resi lasciati a bordo dell’auto.

Il progetto è in fase avanzata di sperimentazione e rappresenta il più grande test pilota di “in-car delivery” che sia mai stato effettuato sul territorio tedesco e ruota tutto intorno alla Connectivity Box già utilizzata con successo nel servizio di car-sharing “car2go”.

In poche parole, una chiave elettronica “usa e getta” (utilizzabile una sola volta) consente al corriere di depositare o prelevare a bordo della Smart gestendo tutte le operazioni (localizzazione compresa), attraverso una specifica “app” sviluppata sempre dall’incubatore di “genialità” targato Smart.

“Smart ready to drop segna l’inizio della nostra prossima offensiva volta a migliorare ulteriormente la qualità della vita in città – ha dichiarato Annette Winkler – dinamica responsabile Smart – In questo modo rimaniamo fedeli al nostro ruolo pionieristico in termini di mobilità urbana. Sono inoltre già previsti numerosi altri servizi destinati a semplificare ulteriormente la vita in città. La nostra offerta di successo di car sharing car2go, con oltre 1,9 milioni di clienti in tutto il mondo, ci ha permesso di maturare in Smart più esperienza di qualsiasi altro costruttore relativamente ai sistemi di accesso digitali di questo tipo. La sicurezza, infatti, ha ovviamente la massima priorità”.

“Dopo aver già testato con successo il servizio di consegna nel bagagliaio lo scorso anno per la prima volta nell’ambito di un progetto pilota in Germania – ha aggiunto Jürgen Gerdes, Ceo Post eCommerce Parcel presso Deutsche Post Dhl group – mettiamo ora a frutto il nostro know-how con Smart per sviluppare un’altra interessante rivolta ad un target giovane, tecnologico ed amante dell’online”.

“Smart ready to drop è un servizio basato su smartphone – spiegano al quartier generale – sia il guidatore della Smart che il corriere utilizzano apposite app. Dopo aver effettuato il proprio ordine online, il cliente Smart genera tramite l’app Smart un Tan (numero di transazione). Il cliente inserisce quindi questo numero nel campo “c/o” dell’indirizzo del destinatario. L’app ricorda al cliente di parcheggiare la propria vettura nelle vicinanze del suo indirizzo di casa per la consegna. L’addetto alla consegna Dhl viene informato tramite l’app del luogo di consegna desiderato e può aprire la Smart utilizzando il Tan una volta e solo in un determinato arco di tempo. Per farlo, analogamente al sistema car2go, è necessaria una Connectivity Box sotto il parabrezza. A partire da settembre, chi acquista una nuova Smart può richiedere questa predisposizione direttamente da fabbrica; e comunque è possibile il montaggio a posteriori presso gli Smart center. Dopo aver inserito il pacco nel bagaglio, l’addetto Dhl chiude la vettura sempre in modo digitale. Questa operazione comporta l’invalidazione simultanea della sua autorizzazione all’accesso. L’app notifica automaticamente l’avvenuta consegna al guidatore della Smart”.

Il via definitivo alla fase di beta test dello Smart ready to drop sarà dato a settembre a Stoccarda e successivamente si aggiungeranno Colonia, Bonn e Berlino e altre città ancora. Lo scorso anno Smart aveva già avviato con successo un primo test sul campo di diversi mesi con il coinvolgimento di una trentina di guidatori della citycar.

Abituiamoci quindi al cambiamento dei tempi, al progresso tecnologico, e se Amazon effettuerà le sue consegne con i droni, non vediamo perché Smart non possa farle nel portabagagli delle sue auto. E sempre da settembre, per festeggiare il lancio del nuovo servizio, sarà disponibile l’esclusivo modello Smart ready to-edition con prezzi di listino a partire da 15.930 euro. (m.r.)