domenica 12 febbraio 2017 10:00

L’UnicusanoFondi rientra dalla trasferta in casa della Juve Stabia con la consapevolezza ulteriore di potersi giocare questo campionato fino all’ultimo secondo contro tutte le avversarie. Ieri la squadra dell’Università Niccolò Cusano ha pareggiato 1-1 sul campo della Juve Stabia: un punteggio che va stretto agli accademici, come sottolineato ai microfoni di Radio Cusano Campus dal presidente Ranucci al termine del match: “A tratti abbiamo dominato, peccato per le occasioni sprecate”.

ANALISI. L’UnicusanoFondi ha collezionato ieri la quinta gara consecutiva senza subire sconfitte. Ora sognare i play off è sempre più lecito. La squadra dell’Università Niccolò Cusano, nel primo tempo, ha tenuto a lungo il pallino del gioco. Il gol ralizzato dalla Juve Stabia sul finire della prima frazione di gara ha complicato enormemente i piani degli accademici, che però hanno trovato il pareggio a dieci minuti dal termine con il gol capolavoro di Giannone. Indonvinata la mossa di mister Pochesci, che ha schierato Giannone nella ripresa chiedendogli di dare maggiore velocità alla manovra e ricevendone in cambio anche una rete capolavoro.

REAZIONI. Non è soddisfatto a fine partita il presidente dell’UnicusanoFondi, Stefano Ranucci: “E’ stato un match bello e veloce, abbiamo avuto tante possibilità, che purtroppo non abbiamo sfruttato. Comunque, abbiamo dimostrato di essere solidi e a tratti abbiamo dominato la partita. Se avessimo vinto non avremmo rubato nulla. E va ricordato che abbiamo ancora delle assenze e giocatori non al meglio”.

RICERCA. Ieri l’UnicusanoFondi, la squadra dell’Università Niccolò Cusano, ha giocato contro la Juve Stabia per ricordare il Darwin Day che si celebra oggi. Un appuntamento dedicato a uno dei padri della ricerca.