BRESCIA – Non è di certo l’esordio in panchina sognato da Fabio Grosso. Pesante sconfitta all’esordio per il neo tecnico del Brescia, travolto 4-0 in casa dal Torino: “Il doppio rigore ha condizionato la partita e il cartellino rosso l’ha decisa, ma era evitabile visto il fallo precedente – ha spiegato ai microfoni di Sky Sport -. Mi è piaciuta la reazione della ripresa, dove avremmo potuto riaprirla, poi il terzo gol ci ha tagliato le gambe mentre provavamo a risalire la china, da lì siamo diventati slegati e questo non va bene”. Su Balotelli, sostituito dopo l’espulsione di Cistana: “Come ha preso il cambio? Normalmente, eravamo sotto di un uomo e rincorrere gli avversari non era la sua caratteristica principale: era il cambio più giusto da fare. Ci è mancata la tenuta nervosa e non possiamo permettercelo. Ai ragazzi ho ribadito quello che ho detto tre giorni fa, cioè che credo nelle loro qualità. Eravamo anche contratti all’inizio, facendo fatica ad esprimere quello che può. Se si arriverà all’obiettivo lo si farà attraverso il gioco. Parto dalla consapevolezza che qui sarà una sfida difficile e stimolante. Siamo delusi e amareggiati dal risultato, ma possiamo trarne insegnamenti. Per la salvezza serviranno entusiasmo e spensieratezza” è la chiosa di Grosso.

BRESCIA-TORINO 0-4: LA CRONACA