F1, GP Canada 2019, FP2: Leclerc al top

Miglior prestazione per Charles Leclerc nella seconda sessione di prove libere del Gran Premio del Canada, settimo appuntamento del mondiale 2019 di Formula 1. 1’12″177 è il crono colto dal monegasco, che ha preceduto il compagno di squadra, Sebastian Vettel, di 74 millesimi. Terza posizione, ad un decimo da Leclerc, per Valtteri Bottas, della Mercedes. Ovviamente è ancora presto per fare valutazioni sul giro secco – ne sapremo di più domani – ma la Ferrari per ora ha pareggiato il conto con la Mercedes, al top nelle FP1 del mattino canadese. Sul passo gara, però, la storia è diversa: la Mercedes mostra già una marcia in più; ma questo, dopotutto, non sorprende.

La Mercedes ha scelto Montréal, pista caratterizzata da lunghi rettifli, per portare in pista il suo propulsore aggiornato. Il weekend di gara è cominciato al meglio per la scuderia di Brackley, apparsa decisamente competitiva nelle FP1. Nella seconda sessione, invece, la Mercedes ha accusato qualche difficoltà, in particolare con Lewis Hamilton. L’ingleseha forato la posteriore destra baciando il muro: rientrando ai box con lo pneumatico fuori uso, Hamilton ha danneggiato il fondo piatto della sua W10. Il guasto è stato abbastanza ingente da impedire all’inglese della Mercedes di scendere nuovamente in pista prima della fine della sessione.

Quarta posizione per Carlos Sainz, della McLaren, davanti a Kevin Magnussen, in forza alla Haas, e a Hamilton. Settimo è Sergio Perez, della Racing Point; seguono i due piloti della Renault, Daniel Ricciardo e Nico Hulkenberg, e l’idolo di casa, Lance Stroll, della Racing Point. Undicesima piazza per l’inglese della McLaren, Lando Norris, davanti a Pierre Gasly e Max Verstappen, della Red Bull.

Così come Hamilton, anche Verstappen è stato protagonista di un incontro ravvicinato con le barriere: l’ennesima vittima del muro dei campioni di Montréal ha saltato parte della sessione. Quattordicesimo e quindicesimo tempo, rispettivamente, per Alexander Albon e Daniil Kvyat; segue il finlandese dell’Alfa Romeo Racing, Kimi Raikkonen. Chiudono la classifica Romain Grosjean, in forza alla Haas; il compagno di squadra di Raikkonen, Antonio Giovinazzi, a muro nelle FP1; e i due piloti della Williams, George Russell e Robert Kubica.