“Qui i ricatti non sono accettati, così come penso di non farne io. Non si può pensare di votare” un provvedimento “con le opposizioni”. Così il premier Giuseppe Conte a margine della sua partecipazione all’Ucid. “Da parte mia Iv è più che rispettata, se facessimo l’elenco delle misure approvate, quelle targate da loro sarebbero anche in vantaggio. Il clima non può essere questo, serve uno spirito costruttivo e mettere da parte gli smarcamenti. Io siedo sempre al tavolo e ascolto tutti”, aggiunge. Il presidente del Consiglio descrive la situazione vissuta dall’esecutivo come “paradossale”. “La maggiore forza di opposizione viene non da un partito di opposizione, ma da Italia Viva che un giorno sì e l’altro pure sta dichiarando di voler sfiduciare il ministro Bonafede”, spiega Conte che sulla possibile assenza delle ministre di Italia Viva dal tavolo del Consiglio dei ministri sottolinea “non sarebbe un fatto da trascurare, ma un’assenza ingiustificata”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,

Peter Gomez

Articolo Precedente

Prescrizione, Conte: ‘Italia viva diserta consiglio ministri? Assenza ingiustificata. Fa opposizione maleducata, chiarisca agli italiani’

next