Ormai siamo abituati, noi dell’auto: anche al Consumer Electronics Show, il noto CES di Las Vegas, quello dove l’elettronica spadroneggia per mille applicazioni, le quattro ruote sono in bella mostra e alcuni “costruttori top”, quelli che vogliono essere “avanti”, non lesinano novità anche molto futuriste dedicate a questo Salone-Spettacolo. Tra i marchi premium presenti in America, ovviamente figura BMW, che è fortemente legata al mondo USA e che porta i suoi visitatori in un’esperienza di guida virtuale succosissima, addirittura sulla tanto argomentata Vision iNEXT, auto di riferimento per il futuro BMW.

Come? Ce lo mostra l’inviato d’eccezione per Automoto.it in quel di Vegas, Andrea Galeazzi, che in questo video che vi proponiamo spiega come sia toccare con mano e provare l’Intelligent Personal Assistant tedesco. Il gruppo dell’Elica al CES parla soprattutto di temi, non di singoli modelli, temi che altri vedono con il binocolo e i tedeschi invece, hanno già pronti a uscire. Argomenti che riguardano a 360° tutta la gamma futura BMW e che si vedono nei concept: design, guida automatizzata, connettività, elettrificazione e molti servizi (D + ACES).

Intelligent Personal Assistant

Al Salone americano il vision vehicle tedesco si trova accanto a un’installazione in realtà mista che fornisce l’esperienza virtuale, ma coinvolgente, di guidare alla anni Venti, ovvero: autonomi, a zero emissioni e completamente connessi nel BMW Vision iNEXT. Il BMW Intelligent Personal Assistant suggerisce il programma del giorno e pianifica le attività per il tragitto. Indossando occhiali per realtà virtuale, ci si immerge in questo mondo: inizialmente si guida BMW Vision iNEXT, per passare poi alla funzione autonoma. In modalità Ease (autonoma) il conducente interagisce con l’Intelligent Personal Assistant, che fornisce suggerimenti e controlla i numerosi servizi digitali: videoconferenza, shopping e funzioni da smarthome.

Insomma, il nostro Gale sarebbe già pronto, perché è il suo pane la tecnologia, ma prima di dire se piace davvero, un’auto così smart, data in strada già nel 2021, forse è giusto che BMW con Vision iNEXT offra una preview, del futuro a quattro ruote. Seduti dentro, ma non per guidare, bensì per investire il proprio tempo, come piace a chi vive lavoro e tempo privato in modo intenso.

Shy Tech

Che aspetto avranno le auto, quando non dovranno più essere guidate da una persona? BMW ce lo ha già mostrato più volte e anche in Italia (come a BergamoScienza) il proprio modo di vedere l’auto del futuro. Sul fronte del design si cambia, arriva una tecnologia integrata che muta quando necessario, rendendosi visibile dentro e fuori, grazie a due ulteriori esposizioni all’esterno del veicolo. Internamente Vision iNEXT è soprattutto ambiente confortevole, accogliente, non certo che faccia pensare a fatiche di guida, semmai a conversare (roteando i sedili) o fruire dei dispisitivi connessi.

Novità 2019

L’Intelligent Personal Assistant, per interagire con il veicolo e accedere alle funzioni, vuole segnare una nuova era per BMW e anche a Vegas quindi, sono proposte le novità sul fronte attuale, come in modelli SUV X5 e X7: opzioni evolute che saranno disponibili da marzo 2019 (System7). L’assistente personale è anche parte integrante dello stand però: accoglie i visitatori e li guida, non solo tra elementi tech, ma anche per una sessione di prova auto classica, attraverso un percorso fuoristrada. Vuoi vedere che comunque anche al tecnologico CES, qualcuno che vuole lasciar un attimo touchscreen e rete, per sentire la sensazione di uno scossone telaistico, di uno slittamento ruota sotto il piede, o derapata con detriti che saltano contro i passaruota, …C’è ancora?