Una scalatrice milanese è morta precipitando per una ottantina di metri da una cascata di ghiaccio nei Serrai di Sottoguda, nel bellunese. La donna, una 41enne di Vimercate, in provincia di Milano, aveva ultimato assieme al marito i due tiri della cascata conosciuta come ‘La Cattedrale’. La coppia si era fermata per attrezzare le corde doppie necessarie per iniziare la discesa, quando la donna è caduta nel vuoto, finendo alla base della colata ghiacciata nel torrente Pettorina.

Il marito ha lanciato subito l’allarme al 118. L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore non è potuto decollare per la nebbia fitta, sul luogo dell’incidente sono arrivati l’ambulanza di Rocca Pietore, il soccorso alpino

della Val Pettorina e l’automedica di Agordo. Inutili i tentativi di rianimazione: ai medici non è rimasto che constatare il decesso dovuto ai gravi traumi riportati.

Il compagno della donna, cui era stato raccomandato di rimanere fermo senza tentare la discesa, per evitare di esporsi a qualsiasi rischio provando a scendere da solo, è stato recuperato dall’alto da una squadra di soccorritori e accompagnato per precauzione al Pronto soccorso di Agordo.