Apple iPhone 8, rumors: 70 milioni di OLED dalla Samsung ed il prezzo sarà inferiore a 1000 dollariApple iPhone 8, rumors: 70 milioni di OLED dalla Samsung ed il prezzo sarà inferiore a 1000 dollari

Aggiornamento oggi 5 aprile ore 7.40. Nelle ultime ore è stato reso noto un importante report riguardante il prezzo di iPhone 8: secondo l’analista della UBS, Steven Milunovich, il nuovo melafonino del decennale non potrà che arrivare che con un prezzo inferiore ai 1000 dollari, contraddicendo di fatto quanto si era detto sino ad oggi. L’analisi è stata compiuta a partire dai dati sui costi di produzione: stando al report, infatti, i display OLED (e analizzeremo la questione dei rapporti con Samsung nell’articolo) e il nuovo sensore 3D faranno salire il costo di iPhone 8 di circa 70/90 dollari in più rispetto al predecessore al momento dell’uscita, il che vuol dire che non potrà costare più di circa 850/900 dollari.

Si tratta, comunque, di un aumento considerevole, ma non dell’entità che si pensava (o temeva, piuttosto). Nel resto dell’articolo, analizziamo la questione Apple/Samsung sui display OLED e il futuro di Cupertino dopo l’abbandono della Imagination Technologies.

Grandi novità dal mondo Apple per iPhone 8 e per i melafonini che arriveranno nel futuro. Da un lato, infatti, l’ultimo rapporto Nikkei annuncia che il futuro top gamma della mela morsicata avrà davvero i display OLED, in quanto sarebbe arrivata una commessa di ben 70 milioni di schermi e a venderli alla Apple sarebbe proprio la Samsung. Dall’altro, poi, si parla già del futuro che verrà, oltre iPhone 8: il colosso di Cupertino, infatti, ha deciso di chiudere i rapporti con la Imagination Technologies, l’azienda che si occupa dello sviluppo dei motori grafici per il mobile – la Apple nel prossimo futuro farà da sé e produrrà GPU proprietarie. Ecco, allora, tutte le news e i rumors.

Sempre sul nuovo melafonino, come sarà prodotta la fotocamera 3D – uno sguardo al futuro.

Apple iPhone 8, rumors: display OLED alla Samsung, la strategia di mercato

I nuovi rumors su iPhone 8 arrivano da Nikkei, sito spesso molto affidabile, che cita fonti anonime interne alle catene di fornitura cinesi. Ebbene, sembra che la Apple abbia dato avvio a una richiesta di fornitura di ben 70 milioni di display OLED alla Samsung, cifra destinata a salire a 95 milioni di unità, qualora le richieste per il nuovo melafonino dovessero essere ancora più elevate. Si tratta, insomma, di una conferma di molteplici rumors che circolano oramai da mesi: la Apple abbandonerà la tecnologia LCD a favore di quella OLED. Non è chiaro, ovviamente, se l’azienda di Cupertino riuscirà a coprire completamente le richieste nel momento del lancio: vi potrebbero essere forniture contingentate, ma è chiara oramai la strada che ha voluto intraprendere la mela morsicata in fatto di display.

Su iPhone 8, dual camera verticale e TouchID sul retro, le 5 top features che dovrebbe ‘rubare’ dal Galaxy S8.

Il rapporto Nikkei, comunque, rilascia altre conferme (si tratta, sempre e ovviamente, di rumors): iPhone 8 dovrebbe avere uno schermo da 5,2 pollici di diagonale ed essere senza pulsante Home di tipo fisico, il quale, invece, si continuerà a trovare su iPhone 7S e 7S Plus (dunque, prima grande differenza). I tre modelli 2017, comunque, presenteranno ricarica wireless con procedimento induttivo e la certificazione di resistenza all’acqua e alla polvere di tipo IP68.

Ecco, per quanto riguarda iPhone 8, avvio produzione chip A11 Fusion anche per iPhone 7S e Plus.

Apple iPhone 8 e oltre, rumors: il nodo Imagination Technologies

Una notizia piuttosto importante arriva per il futuro Apple, oltre iPhone 8: l’azienda di Cupertino ha annunciato che, in capo a due anni, chiuderà i rapporti con la Imagination Technologies e darà avvio allo sviluppo di GPU proprietarie. È successo un terremoto: l’azienda britannica ha perso in borsa quasi il 70% e, soprattutto, ha chiesto chiarezza. Il timore è che la Apple possa sfruttare i brevetti e, in generale, le proprietà di tipo intellettuale della Imagination Technologies. Nel recente passato, infatti, il colosso di Cupertino aveva cercato di assorbire l’azienda britannica, ma poi tutto era saltato, nonostante, adesso, alla Apple lavorino dipendenti provenienti proprio dalla Imagination.

Qui, sempre su iPhone 8, diventerà un MacBook? Il brevetto Apple sullo stile del DeX di Galaxy S8.

Insomma, potrebbe succedere un terremoto e si potrebbe finire in tribunale: alla richiesta dell’azienda britannica di fornire prove che la Apple non utilizzerà brevetti Imagination, Cupertino ha rifiutato di mostrarle, assumendo un atteggiamento che non può piacere e che potrà avere risvolti di carattere giudiziario. Intanto, si sottolinea come tutti i prodotti Apple, da iPhone 8 a Apple TV, da iPod a iPad, utilizzano tecnologie Imagination: difficile che in due anni, si possa davvero mettere in campo motori grafici, innovativi e senza sbirciare i brevetti dell’azienda britannica.