Zanardi a un decimo dalla pole nei test al Mugello con la BMW M6 GT3

Un decimo: questo il distacco accusato da Alex Zanardi alla prima uscita al Mugello al volante della BMW M6 GT3 rispetto alla pole colta da Mirko Bortolotti – su Lamborghini Huracan – nell’appuntamento dello scorso luglio del Campionato Italiano Gran Turismo sul circuito toscano. Un risultato decisamente ragguardevole, quello colto da Zanardi in occasione della prima presa di contatto con la vettura con cui disputerà l’ultima gara del Campionato Italiano GT 2016, in programma al Mugello dal 14 al 16 ottobre prossimi.

«È stata per me la prima volta per molti motivi diversi – ha spiegato Zanardi al termine della giornata di lavoro -. È stata la mia prima volta su un’auto da corsa da più di un anno, la mia prima volta al Mugello dopo diversi anni e la mia prima volta con la BMW M6 GT3. Il risultato di questo test è stato eccellente. La vettura è andata bene e ci siamo concentrati completamente sul set-up».

«L’impianto frenante che ho utilizzato ha funzionato bene – ha proseguito – ed è stato per me relativamente semplice raggiungere la velocità che mi aspettavo di raggiungere. Sono molto felice del risultato della giornata di prove. Ora dobbiamo ancora lavorare con gli ingegneri di BMW Motorsport. Analizzeremo i dati raccolti per finalizzare la nostra preparazione per il weekend di gara». La BMW M6 GT3 di Zanardi, opportunamente modificata dalla casa dell’Elica, è preparata dalla ROAL Motorsport.