• 17 Settembre 2021 3:52

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Su Plus 24: bond, azioni e iniziative del governo, l’indagine sulle banche

Lug 8, 2016

Banche nel mirino, ecco i fronti aperti: questo il titolo dell’inchiesta principale di Plus24, il settimanale di risparmio e finanza personale, in edicola sabato 9 luglio con Il Sole 24 Ore. Nell’indagine sugli istituti di credito vengono analizzati bond e azioni e le problematiche connesse. Vengono scandagliate anche le iniziative del Governo sul versante bail-in ed Mps. Inoltre Alberto Oliveti, presidente di Adepp, l’associazione delle casse previdenziali, indica le tre condizioni per una partecipazione degli enti pensione dei professionisti all’operazione Atlante2.

Spazio anche al nuovo Kid, il documento sintetico previsto dall’Unione europea per i prodotti finanziari complessi (Priips) oltre a un’importante sentenza della Cassazione sulla soglia di usura che potrebbe innescare nuovi contenziosi con le banche. Infine un approfondimento sulle white list in cui verranno inclusi gli ex paradisi fiscali che hanno siglato convenzioni con l’Italia.

Banche: le reazioni dei mercati finanziari sui possibili fondi pubblici

Le Borse europee rimbalzano coralmente nell’ultima seduta della settimana. Piazza Affari la migliore con un rialzo superiore al 4%. Gli investitori puntano su un accordo politico a breve (forse gi nel week end) che possa fornire un sostegno – anche attraverso fondi pubblici – al sistema bancario italiano. Sul Sole 24 ore di sabato 9 luglio focus sulle banche italiane ed europee e sulle prossime possibili reazioni dei mercati finanziari.

Assemblea Abi: le ripercussioni della Brexit

Le ripercussioni del referendum nel Regno Unito interessano l’area dell’euro in un momento difficile: la ripresa economica si avviata ma fragile; la disoccupazione rimane elevata, lontana dai livelli coerenti con la definizione della stabilit dei prezzi. Non indossa lenti rosa il Governatore della Banca d’Italia nel descrivere, di fronte alla platea di banchieri dell’Abi, i possibili rischi, economici e non, derivanti per l’intera eurozona dall’esito Brexit della consultazione inglese. E sottolinea che a fronte del rischio che, in un contesto di elevata incertezza, problemi circoscritti intacchino la fiducia nei confronti del sistema bancario, un intervento pubblico non pu essere escluso accanto alle necessarie soluzioni di mercato. Sul Sole 24 Ore di sabato 9 luglio il resoconto dell’Assemblea annuale dell’Abi in cui Ignazio Visco ha ricordato che la normativa europea prevede la possibilit di interventi pubblici di natura precauzionale anche sul fronte della capitalizzazione, con riferimento ai risultati delle prove di stress.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close