• 5 Ottobre 2022 7:29

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Start Up Ally: 5 alleati da avere in squadra

Ott 26, 2016

Un’alleanza tra cinque realtà di consulenza societaria, legale ed economica rivolta alle start up ed agli imprenditori impegnati in progetti di impresa innovativa. Nasce con questo obiettivo StartUp Ally, con la partecipazione dello Studio legale Previti, Trevisan & Cuonzo, Milano Notai, Novareckon, Studio SCG Sas società tra professionisti.

01 JPG01 JPG

L’obiettivo di questa aggregazione, unica nel panorama italiano – on line all’indirizzo www.startupally.co, – è di offrire, in modo veloce ed economicamente competitivo, un servizio di consulenza a 360 gradi per l’avvio di una nuova iniziativa imprenditoriale.

Un’idea di servizio a rete, grazie all’integrazione tra i consulenti impegnati nel progetto, che consente all’utente di avere un unico interlocutore con una grande riduzione in termini di tempo da dedicare a pratiche complicate. StartUp Ally fornisce assistenza in tutti i settori, dal contabile al societario, dal finanziario alla protezione della proprietà intellettuale, dal monitoraggio dei fondi pubblici al fundraising.

Lo scenario

Il numero di startup innovative iscritte alla sezione speciale del Registro delle Imprese è pari a 5.943, in aumento di 504 unità rispetto alla fine di marzo dello scorso anno (+9,27%, mentre il complesso delle società di capitali nello stesso periodo è cresciuto dell’1,16%).

Sotto il profilo occupazionale, le 2.356 startup con dipendenti impiegano a fine marzo 20161 8.193 persone (in aumento di 1.669 unità rispetto a fine dicembre, +25,58%), in media 3,48 dipendenti per ogni impresa.

Quanto ai brevetti, i dati forniti dall’European Patent Office, l’organismo europeo che registra e tutela i brevetti a livello nazionale, dicono che lo scorso anno gli italiani hanno presentato 3.979 richieste di brevetto, con un aumento di 330 rispetto al 2014 (+9%). Un balzo che ci consente di superare la Svezia e di entrare nella top ten mondiale e di essere al sesto posto in Europa.

Le regioni più attive sono la Lombardia, con il 32.6% di applicazioni inviate, l’Emilia Romagna con il 14.7%, il Veneto con 12.8% e il Piemonte con il 10%.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close