Un sessantenne residente in Valle Seriana, in provincia di Bergamo, è stato arrestato dai carabinieri di Clusone con l’accusa di aver abusato di tre bimbe, due sorelline e una loro amica, figlie di due famiglie di vicini di casa. I genitori affidavano a lui le bambine di 6, 7 e 8 anni, quando non erano in casa.

Gli episodi di violenza sono emersi dai temi che le due bimbe più grandi, che frequentano la stessa scuola in due classi diverse, hanno scritto durante le ore di educazione affettiva nel marzo scorso. Non avevano mai parlato ai genitori degli abusi, ma hanno descritto le violenze subite negli elaborati consegnati all’insegnante. La donna si è così rivolta ai carabinieri e sono scattate

le indagini.

Gli episodi sarebbero avvenuti tra il 2013 e il 2015. I carabinieri hanno anche sequestrato dei video pedopornografici sul computer del sessantenne, sposato e con una figlia. E’ il secondo caso di pedofilia in due giorni: appena ieri, la polizia di Busto Arsizio aveva arrestato un uomo: è accusato di aver abusato per anni delle nipotine.