• 18 Agosto 2022 0:20

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Nubifragio a Torino, auto bloccate nei sottopassaggi, strade trasformate in fiumi

Ago 30, 2016

Oltre 300 chiamate al centralino del comando provinciale dei vigili del fuoco, più di 70 gli interventi effettuati dalle squadre che hanno girato per la città e la provincia tutta la notte. Molte le persone soccorse, automobilisti rimasti bloccati nei sottopassi della città e della prima cintura. Quasi tutti infatti sono stati invasi da diversi centimetri d’acqua che hanno intrappolato molte vetture, in alcuni casi l’acqua è arrivata oltre la metà delle portiere. Anche le strade si sono trasformate in fiumi: in Borgo Dora ad esempio l’acqua arrivava alle ginocchia. La situazione anomala ha causato disagi alla circolazione in molte vie di Torino, Collegno, Rivoli, Chieri e Moncalieri. La stazione di Chieri si è allagata.

E poi ci sono gli alberi caduti. Tantissimi. I vigili del fuoco sono intervenuti in corso Raffaello, corso Svizzera e corso Giulio Cesare dove una pianta si è abbattuta sui cavi del tram 4 richiedendo anche l’intervento dei tecnici Gtt.

La pioggia violentissima, accompagnata da raffiche di vento potenti, ha allagato molti garage e cantine: tante le chiamate al centralino dei vigili del fuoco in corso Regina anche per infiltrazioni dal tetto. In via Carlo Alberto è crollato un soffitto senza provocare, per fortuna, feriti.

La grandine è stato l’altro elemento drammatico di questo nubifragio che dalle 21 a mezzanotte ha colpito Torino e la prima cintura. A Collegno e Moncalieri sono caduti chicchi grossi come pesche. Le zone più colpite sono state Borgo Aje, Borgata Nasi e Borgata Rossi. Alcune strade sembravano innevate, tanto era il ghiaccio che si è depositato in poco tempo sull’asfalto. Come era successo ad agosto di tre anni fa, sono centinaia le auto danneggiate dalla grandine, ma su Facebook ci sono cittadini che denunciano anche danni ai balconi e alle serrande. La grandine ha invaso anche sottopassi e strade aumentando i disagi per la circolazione. In alcuni casi i vigili del fuoco sono ancora al lavoro per liberare le situazioni più critiche.

Tanti anche i danni alle coltivazioni.

Da questa mattina i vigili del fuoco sono impegnati a Collegno in via Venaria. Lo scenario è quello tipico di un paesaggio invernale di montagna con neve e ghiaccio a coprire l’asfalto. In realtà è solo grandine caduta ieri sera nel violento nubifragio che si è abbattuto sul Torinese. L’effetto dello scambio termico ha creato lastroni di ghiaccio che hanno intasato strade e sottopassaggi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close