• 29 Settembre 2022 20:25

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

No Man’s Sky, disfatta su Steam e silenzio da Hello Games

Ott 12, 2016

No Man’s Sky è uno dei titoli con la peggior valutazione di sempre su Steam. Nel frattempo tutto tace sul fronte di Hello Games, anche se sembra che la software house sia attiva e al lavoro sul prossimo aggiornamento. Ma andiamo con ordine.

Un utente su Reddit ha messo in evidenza le torbide acque in cui naviga al momento No Man’s Sky. Il titolo “vanta” su Steam oltre 70.000 valutazioni, ma di queste la maggior parte sono negative.

NMS2NMS2

Ancora peggio, nell’ultimo mese il gioco ha ricevuto oltre 5000 recensioni sulla piattaforma di Valve e di queste valutazioni solo il 12% sarebbero positive. Un record che crediamo nessuno vorrebbe mai infrangere. In totale, solo il 32% circa delle valutazioni sono a favore dello sfortunato open world in chiave sci-fi.

E nel mentre che combina Hello Games? Sono due mesi che il CEO Sean Murray non pubblica nuovi tweet e le ultime dichiarazioni della software risalgono a settembre, con l’annuncio della patch 1.09. L’unica voce a cui possiamo affidarci è quella del direttore del suono Paul Weir, secondo cui Sean sta bene. Weir afferma inoltre che il team sarebbe al lavoro sulla prossima patch. Non ci resta che attendere dunque futuri sviluppi.

@TingerDave Sean is fine and we’re all busy on the next patch.

— Paul Weir (@earcom) 9 ottobre 2016

Il quadro di No Man’s Sky è uno dei più tormentati della storia videoludica contemporanea. Il titolo Hello Games è stato sballottato a destra e a manca dai giocatori insoddisfatti dalla qualità complessiva del prodotto, di gran lunga inferiore a quanto promesso dagli sviluppatori.

Problemi di natura tecnica e feature sponsorizzate pubblicamente assenti nell’opera finale hanno infatti comportato numerose richieste di rimborso e un crollo dell’utenza attiva pari al 90% a neanche un mese dal debutto.

NMS1NMS1

Ma non finisce qui, perché il gioco è al momento sotto inchiesta per via delle dichiarazioni sibilline di Sean Murray e della campagna pubblicitaria ingannevole ai danni degli ignari consumatori. Persino Sony, che tanto aveva scommesso sul titolo, non ha potuto fare a meno di biasimare il pessimo lavoro svolto a livello di marketing. Arriveremo mai a un epilogo del caso No Man’s Sky?

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close