• 15 Aprile 2021 7:17

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Mercedes 4Matic: la trazione integrale vanto di Stoccarda [Video]

Set 22, 2016
Mercedes 4Matic: la trazione integrale vanto di Stoccarda [Video]

Si fa presto a dire “trazione integrale”. A seconda delle necessità e della tipologia di motore installato su un determinato veicolo, gli ingegneri devono studiare gli affinamenti tecnici del caso per poter fornire al cliente finale un’auto adatta alle più disparate necessità. Anche Mercedes, al pari della concorrenza – tedesca e non – da anni equipaggia i propri veicoli con la trazione 4Matic, fiore all’occhiello della casa della Stella.

Oltre alla celeberrima Classe G – veicolo fuoristrada oramai divenuto icona del marchio – nata nel 1979, anche le auto più “tradizionali” si sono dotate, nel corso degli anni, del sistema 4Matic. La prima della serie fu, nel 1985, la BR 124, per poi arrivare ad una gamma davvero completa come quella che possiamo trovare ai giorni nostri nei concessionari del marchio.

Ad oggi, Mercedes offre un portfolio davvero nutrito di automobili a trazione integrale, dai SUV alla Classe S cabrio, passando per le auto ad alte prestazioni. Ma non tutte le 4Matic sono uguali, come vi avevamo anticipato.

Si, perché a seconda che il motore sia disposto longitudinalmente o trasversalmente, gli ingegneri hanno adottato accorgimenti e soluzioni tecniche diverse. La trazione integrale della GLA non è la stessa della Classe G, ma non per questo è meno efficace. Il SUV di segmento C infatti, vanta un motore trasversale montato all’anteriore, il che vuol dire una trazione natia “tutta avanti”. Per dirottarla anche al retrotreno, si è deciso di installare una frizione a multidiscoa regolazione elettroidraulica integrata, fattore che permette un risparmio di peso.


A ciò si aggiunge un differenziale elettronico, che va a “pinzare” il disco del freno della ruota che ha scarsa aderenza aumentando la motricità di quella che è “in presa” sul terreno.

Discorso diverso, invece, per la GLS 63 AMG, il cui V8 Biturbo è montato longitudinalmente, fornendo quindi trazione al retrotreno. Qui abbiamo un differenziale vero e proprio che indirizza all’avantreno la trazione, per meglio scaricare a terra i 544 CV del SUV full-size di Stoccarda.


Ultima, ma non per importanza, è la Classe G 4×4 al quadrato. In sostanza, abbiamo una supercar nata per affrontare i percorsi più impervi – e non stiamo esagerando – la cui tecnologia deriva direttamente dalla sorella maggiore 6×6. Qui sono presenti ben tre differenziali bloccabili separatamente, per superare gli ostacoli più impegnativi.

In un mercato in cui la sicurezza esercita un valore predominante, dotarsi di una trazione integrale di assoluto livello è un plus non indifferente, fattore su cui Mercedes può dire senza dubbio la sua.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close