Antonio Giordano

venerdì 30 settembre 2016 17:18

NAPOLI – Lontano dagli occhi, ma mica dal cuore: Napoli è, per Rafa Benitez, un ricordo tenero, dolcissimo «un grande ricordo» e José Maria Callejon in Nazionale spinge quel galantuono della panchina, che con il Napoli ha vinto una coppa Italia ed una Supercoppa italiana, ha riannodare i fili della memoria, a complimentarsi con un calciatore «importato» dal Real Madrid. Callejon fu il primo colpo per l’internazionalizzazione di quel Napoli, che tre anni fa modificò la sua politica d’intervento sul mercato: «Auguro a José Maria ogni fortuna, sia in Nazionale che con il Napoli, di cui conserverò sempre un grande ricordo». Estate del 2013, Callejon arriva dal Real Madrid per otto milioni ed ottocentomila euro, operazione chiusa in un lampo: «Quando arrivammo a Napoli pensammo che, considerando le sue caratteristiche, se avesse lavorato duro avrebbe segnato tanto, perché non c’erano in giro esterni migliori di lui. E così fu. Mi rallegro per José, la sua presenza in Nazionale gà fu prova del fatto che il duro lavoro regala i frutti. Oggi, il ritorno con la roja, ne è la conferma: la costanza è garanzia di successo».