• 29 Gennaio 2022 7:58

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

La seconda vita delle batterie delle auto elettriche

Gen 15, 2022

Chi l’ha detto che le batterie delle auto elettriche, una volta esaurito il loro ciclo di vita sulle quattro ruote, non possono “rinascere”? Di certo è un interrogativo che Audi e il provider tedesco RWE non si sono posti, dal momento che dalla collaborazione tra la Casa dei Quattro Anelli e l’azienda che distribuisce energia è nato un impianto stazionario di stoccaggio che sfrutta i moduli esausti dandogli una nuova vita.

La vita delle batterie agli ioni di litio, quelle comunemente utilizzate nelle quattro ruote full electric presenti sul mercato, hanno una durata ben definita nel tempo, ma grazie al riutilizzo possono andare avanti anche per oltre 10 anni dal loro primo “ko”. Infatti, come emerso dal lavoro della Casa tedesca e del provider energetico, gli accumulatori possono essere utilizzati per lo stoccaggio di energia.

Batterie auto elettriche, una seconda vita

Se nella loro prima vita l’obiettivo è stato quello di dedicarsi alla trazione dei compatti, la seconda è più improntata all’immagazzinamento di energia grazie alla capacità residua che si attesta intorno all’80%.

Tale percentuale, fanno sapere dalle aziende direttamente interessate, è ideale per lo stoccaggio stazionario dell’energia. Grazie al riciclo, o meglio al riutilizzo, delle batterie, si riducono così i costi e la carbon footprint dell’intero ciclo di vita degli accumulatori (dalla produzione allo smaltimento) viene distribuita in modo sostenibile attraverso le fasi operative prima in ambito automotive e successivamente in ottica stazionaria.

Il primo impianto stazionario di stoccaggio dell’energia, nato dalla partnership tra Audi e RWE, è nato a Herdecke, in Germania, e si basa proprio sugli accumulatori agli ioni di litio usati dei SUV elettrici dei Quattro Anelli, come per esempio nello sviluppo di e-tron, la prima vettura della Casa completamente full electric.

Grazie a 60 moduli batteria, l’impianto di stoccaggio sarà in grado di immagazzinare fino a 4,5 megawattora. Quello di Herdecke, struttura di 160 metri quadri, potrebbe essere solo il primo di una lunga serie di impianti di stoccaggio. In funzione dei risultati conseguiti nel Nord Reno-Westfalia verranno infatti realizzati in futuro impianti di stoccaggio di maggiori dimensioni, basati sul reimpiego delle batterie automotive e sul collegamento in serie che può portare all’aumento della tensione operativa.

Batterie Audi, l’obiettivo della Casa

Oliver Hoffmann, Membro del Board per lo sviluppo tecnico di Audi AG , ha spiegato: “Audi si pone quali obiettivi a lungo termine una mobilità totalmente sostenibile e un bilancio carbon neutral di tutte le attività. Entro il 2025, Audi potrà contare su più di 20 modelli puramente elettrici.”

L’orizzonte della Casa tedesca non ha di certo limiti, spingendosi ben oltre i veicoli: “È per questo che sosteniamo lo sviluppo della mobilità sostenibile attraverso collaborazioni all’interno della filiera dell’energia. La partnership con RWE è testimonianza di un utilizzo rispettoso delle risorse, in special modo delle batterie ad alto voltaggio che beneficiano di una seconda vita e di un’integrazione smart nella rete elettrica del futuro“.

Da parte di Audi niente viene lasciato al caso, con un lavoro parallelo, dice Hoffmann “per preparare la fase successiva, il riciclo degli accumulatori, così da generare anche in questo settore un ciclo chiuso virtuoso”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close