• 16 Gennaio 2022 20:51

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Italia spaccata: tre roghi dolosi mandano in tilt la circolazione ferroviaria da Milano a Roma – TGCOM

Lug 22, 2019

Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav

Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

1 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
Ansa

2 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

3 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

4 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

5 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

6 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

7 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

8 di 9
Caos treni, incendiata una cabina elettrica della Tav
IPA

9 di 9

Le indagini della polizia – La polizia non esclude che l’attentato, effettuato utilizzando liquido infiammabile, possa avere un qualche collegamento con il processo che dovrebbe concludersi oggi a Firenze contro 28 giovani anarchici rinviati a giudizio per vari episodi. Il più grave è il tentato omicidio dell’artificiere di polizia Mario Vece, rimasto gravemente ferito in seguito all’esplosione di una bomba posizionata la notte di Capodanno 2017 alla libreria Il Bargello di Firenze, vicina a Casapound. Al momento si tratta solo di una delle molteplici ipotesi al vaglio. La zona della stazione di Rovezzano già in passato è stata teatro di un tentativo, in quell’occasione fallito, di una cosiddetta “azione dimostrativa” per bloccare il traffico ferroviario. Era il 21 dicembre 2014 quando i tecnici delle ferrovie, che erano riusciti a spegnere l’incendio di un pozzetto elettrico nei pressi della galleria di San Donato, trovarono dalla parte opposta del tunnel, vicino a Rovezzano, una bottiglia inesplosa con liquido infiammabile, fiammiferi e diavolina attaccati.

Su un sito anarchico una “quasi” rivendicazione: “Un gesto d’amore” – “Cosa è successo? All’alba, nella prima periferia del capoluogo toscano, una cabina elettrica dell’Alta Velocità si è surriscaldata al punto da andare in fiamme. Sarà stato un caso? Una coincidenza? Una ‘vile provocazione’? Oppure, più semplicemente ed umanamente, un gesto d’amore e di rabbia?”. E’ quanto si legge sul sito “Finimondo.org”, vicino all’area anarchica. Frase che, secondo gli inquirenti, potrebbe essere una sorta di rivendicazione di quanto successo vicino a Rovezzano, a Firenze. Nel messaggio si fa riferimento anche alla sentenza contro una trentina di anarchici che il tribunale di Firenze dovrebbe emettere tra poche ore.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close