Ci sono analisti che scommettono sul fatto che Apple tra un paio di anni lancerà l’iPhone 8, alcuni prevedono gia’ nel 2017, con il melafonino che si dice avrà un corpo completamente rivestito in vetro… ma è una soluzione fattibile? Un iPhone completamente in vetro potrebbe anche avere un display curvo, secondo alcuni analisti.

Una cosa è certa: il prossimo iPhone in arrivo nel 2017 – indipendentemente dal fatto che si chiamerà iPhone 8 o iPhone 7s – dovrebbe essere ‘rivoluzionario’ per festeggiare il decennio dal lancio del primo modello di melafonino nel 2007.

Secondo l’analista di Kgi Ming-Chi Kuo, che segue molto da vicino i prodotti di Apple, l’iPhone 8 sarà una vera rivoluzione rispetto ai melafonini ad oggi presentati dalla società di Cupertino.

Si prevede che Apple adotterà il vetro al posto dell’alluminio per la struttura dell’iPhone 8, che non necessariamente potrebbe arrivare nel 2018, in quanto la società di Cupertino potrebbe saltare il lancio di iPhone 7s per passare subito all’iPhone 8, dopo che è stato presentato quest’anno l’iPhone 7, il quale mantiene una struttura in metallo.

Secondo un rapporto di Business Insider pubblicato alla fine di settembre, un dipendente Apple ha affermato che l’hardware per l’iPhone 8 è gia’ stato in fase di sviluppo. Il dipendente, che ha chiesto di rimanere anonimo, ha detto di lavorare in un ufficio di Apple a Herzliya, vicino a Tel Aviv, in Israele. Questo ufficio è stato descritto dal CEO di Apple Tim Cook come il secondo più grande centro di ricerca e sviluppo della società in tutto il mondo. Anche se il dipendente non ha potuto fornire troppi dettagli su iPhone 8, ha detto che introdurrà una “riprogettazione radicale” al punto che possiamo aspettarcelo molto diverso rispetto a iPhone 7 e iPhone 6. Inoltre, l’iPhone 8 dovrebbe avere fotocamere ancora migliori, ma questo non sorprende dal momento che in ogni nuovo iPhone Apple ha cercato di migliorare il comparto fotografico.

Apple userà schermi AMOLED flessibili per l’iPhone in arrivo nel 2017, così da poter dare al melafonino una forma curva. E quale potrebbe essere il fornitore di questi display? Samsung Display, uno dei maggiori produttori di display AMOLED, flessibili e non.

Come riportato da Digitimes, Samsung Display domina la produzione e la fornitura di pannelli AMOLED per smartphone usati a livello globale e si prevede che manterrà lo status di leader nel corso dei prossimi anni, con le sue spedizioni che aumenteranno a 560 milioni di unità nel 2019, una cifra in aumento del 114% dal 2015, secondo Digitimes Research.

Leggi anche: iPhone con display OLED, solo un modello nel 2017

Samsung Electronics è il più grande cliente di Samsung Display per i pannelli AMOLED, dal momento che li utilizza per la maggior parte dei suoi smartphone di nuova produzione, e in particolare i pannelli flessibili sono utilizzati negli smartphone ‘Edge’ ovvero quelli con i lati dello schermo curvati verso il basso, come in Galaxy S7 edge. La domanda di pannelli a Samsung Display da parte di Samsung Electronics crescerà da 239 milioni di unità nel 2016 a 290 milioni di unità nel 2019, secondo le previsioni di Digitimes Research.

Apple dovrebbe utilizzare inizialmente pannelli AMOLED per l’iPhone che verrà lanciato nel 2017, con la fornitura da Samsung Display stimata in 40 milioni di unità nel 2017, 80 milioni di unità nel 2018 e di 120 milioni di unità nel 2019.

Diversi produttori di smartphone con sede in Cina, tra cui Vivo, Oppo, Gionee, Huawei e Lenovo, hanno adottato o prevedono di adottare pannelli AMOLED nei loro prossimo dispositivi, e le spedizioni di pannelli di Samsung display a queste società aumenteranno da 99 milioni di unità nel 2016 a 150 milioni di unità nel 2019, secondo Digitimes Research.

Samsung Display anche se resterà leader tra i produttori di display AMOLED avrà comunque dei concorrenti da cui difendersi – Japan Display, Sharp, e altri produttori di pannelli con sede a Taiwan dovrebbero aumentare la produzione di pannelli AMOLED molto presto, e Digitimes Research prevede che Samsung display dovrà affrontare la concorrenza dal 2019. Si puo’ quindi non dare per scontato che Samsung non resterà un fornitore esclusivo di Apple per lungo tempo, anche perchè sarà la qualità dei pannelli dei vari fornitori a decretare il successo di uno piuttosto che di un altro.

L’iPhone in uscita nel 2017 dovrebbe anche essere il primo della società di Cupertino ad arrivare con lo scanner dell’iride, in risposta al Galaxy Note7 di Samsung.

Leggi anche: Apple con LG lavora ad una fotocamera 3D per iPhone 8

Condividi questa notizia