Il 2017 sarà un anno impegnativo per Apple che festeggerà il decimo anniversario dell’esistenza di iPhone cercando di dare nuova spinta alle vendite, ormai in calo, e fronteggiando eventuali richieste del neo eletto presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump di spostare la produzione negli USA. Tante questioni alle quali i numeri uno di Cupertino avrebbero già una risposta: presentare un iPhone tutto nuovo, anche nel nome e con tutta probabilità anche nel prezzo. Ma su quest’ultimo non c’è da essere contenti. Ecco tutto quello che c’è da sapere sui prossimi iPhone.

IPHONE 8 E 7S: DESIGN

I nuovi iPhone cambieranno in ogni aspetto. Finalmente anche in quello estetico che non sarà un semplice facelift ma un restyling completo. La scocca dovrebbe abbandonare il metallo in favore di un corpo completamente in vetro ma sempre con gli angoli arrotondati. Anteriormente i designer ottimizzeranno lo spazio occupato dallo schermo cercando di estenderlo il più possibile non solo orizzontalmente ma anche verticalmente.

È per questo che il tasto Home potrebbe sparire in favore di una soluzione integrata direttamente nello schermo e utilizzabile tramite 3D Touch. Le colorazioni, invece, dovrebbero rimanere le stesse considerando che le new entry nero opaco e jet black hanno conquistato gli utenti. Non si hanno informazioni, invece, sulla possibile diminuzione di spessore e peso dei melafonini.

LEGGI ANCHE:Utenti iPhone, fate attenzione a questo video: rallenta iOS e lo manda in crash

IPHONE 8 E 7S: VERSIONI E CARATTERISTICHE

A settembre 2017 gli Apple addicted di tutto il mondo potrebbero ritrovarsi a scegliere tra tre diversi modelli. Ai classici modelli con schermo LCD da 4.7 e 5.5 pollici di diagonale se ne aggiungerebbe uno con schermo OLED. Un pannello in grado di migliorare la riproduzione delle immagini con colori vividi, contrasti elevati ed una più che buona luminosità, anche sotto la luce diretta del sole. Di quest’ultimo non si conosce ancora la diagonale dello schermo.

Secondo gli esperti del Barclay Research, informati da alcune fonti anonime direttamente dai distretti produttivi asiatici di Apple, lo schermo OLED sarebbe anche curvo ai lati ed edge-to-edge, ovvero da lato a lato della scocca. Una feature, estetica e funzionale, che rivoluzionerebbe la parte frontale della scocca che come accennato perderebbe il tasto Home consentendo tra le altre cose di alloggiare display più ampi. Le indiscrezioni puntano, infatti, ad un pannello da 5.8 pollici di diagonale.

Questo, insieme al modello da 5.5 pollici, saranno i nuovi iPhone 8 mentre la versione con schermo da 4.7 pollici, identica a quella attuale, potrebbe essere presentata come iPhone 7s. Il resto delle caratteristiche, quasi identico per tutti, comprenderebbe un nuovo e più potente chip A1X Fusionprodotto a 10 nanometri da TSMC, memorie RAM più veloci e fotocamere, ancora una volta, più prestanti.

La doppia configurazione ci sarà presente ed ancora una volta solo per i modelli più grandi che dovrebbero poter godere di uno zoom migliorato ed un sistema di messa a fuoco più preciso. Il tutto gestito anche da una nuova versione del sistema operativo iOS e alimentato da batterie maggiorate che si caricheranno senza fili. Secondo l’analista Ming-Chi Kuo di KGI Securities, la scelta di utilizzare il vetro per la scocca dipenderebbe proprio dalla volontà di proporre la ricarica wireless che in questo modo avrà meno interferenze di frequenza rispetto a corpi in metallo e plastica.

Tuttavia, chi si aspetta un sistema di ricarica innovativo potrebbe rimanere deluso perché dovrebbe essere identico a quello della concorrenza: quindi a corto raggio e funzionante per mezzo di un pad specifico. Quest’ultimo, secondo l’analista sarebbe incluso nella confezione di vendita solo per i modelli più costosi nonostante tutti avranno il supporto alla ricarica wireless. Forse anche a quella di ricarica rapida.

LEGGI ANCHE:Smartphone 2016, ecco quelli che si ricaricano più velocemente: iPhone 7 Plus all’ultimo posto

IPHONE 8 E 7S: PREZZO

Non ci sono informazioni precise sul prezzo di questi dispositivi che, sicuramente, non sarà dei più economici. Fa parte dell’appeal che hanno i melafonini ma quest’anno gli analisti sono preoccupati. Il perché dipende dal guadagno per singolo iPhone venduto, una cifra in calo rispetto al passato e che continuerà ad avere questo andamento. Il perché è presto detto: nonostante Apple abbia migliorato sensibilmente i suoi prodotti, con costi di produzione maggiori, è impossibilitata dall’aumentare il prezzo di vendita già alto.

La concorrenza, infatti, è altissima e la controparte Android offre top di gamma anche alla metà del prezzo di un iPhone 7 Plus con 128 GB di memoria. Prezzi che se dovessero aumentare potrebbero danneggiare irrimediabilmente le vendite dei prossimi iPhone che, per via di soluzioni innovative come la scocca completamente in vetro, avranno costi di produzione ancora più alti. C’è poi l’incertezza Donald Trump e del voler fare tutto Made in USA, ma “produrre iPhone negli Stati Uniti costerebbe più del doppioha specificato Nikkei Asian Review.

Trump non sarebbe della stessa idea considerato che ha promesso a Tim Cook grandi agevolazioni e sconti per la creazioni di impianti ad hoc in USA: “Tim, per me sarebbe un grande risultato riuscire a convincere Apple a costruire un grande impianto negli Stati Uniti, o tanti grandi impianti negli Stati Uniti, anziché andare in Cina, in Vietnam o in tutti gli altri posti dove per il momento vai per produrre i tuoi prodotti”. Apple potrebbe rifarsi però con il modello più grande, l’unico con schermo OLED e pertanto esclusivo. In questo caso, dunque, il prezzo potrebbe essere altrettanto esclusivo.

LEGGI ANCHE:iPhone 6s “muoiono” improvvisamente: Apple riconosce il problema e li ripara gratuitamente