• 7 Ottobre 2022 23:53

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

In vetrina a Roma il cibo del futuro: dalla lattuga “zero nitrati” alla frutta stampata in 3D

Ott 14, 2016

Il cibo fa show al Maker Faire di Roma, in uno spazio dedicato all’innovazione animato dal Future Food Institute: in mostra i progetti destinati a cambiare il mondo dell’alimentazione.

L’edizione europea dello storico raduno di makers californiani, in corso alla Fiera di Roma, presenta invenzioni in campo scientifico, tecnologico, biomedicale, digitale, dell’internet delle cose, clima, automazione e arte. Food compreso: l’innovazione passa dalle serre automatizzate a “nitrati zero”, alle piattaforme hi tech per monitorare la crescita delle piante, le stampanti 3D capaci di realizzare posate in ceramica di Faenza, i sensori per decifrare il contenuto del cibo, alghe e insetti, packaging innovativi, utensili di cottura connessi a Internet.

Alla manifestazione partecipa anche Twitter Italia: per valorizzare attraverso i social network il made in Italy dell’agroalimentare lancia #ItalyFoodWeek, con il patrocinio del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali. Ecco una piccola vetrina delle iniziative legate al cibo in vetrina al Maker Faire.

Le larve edibili di Livin Farms

E’ un dispositivo progettato dal marchio di design Livin Studio che permette di far crescere in casa una colonia di larve edibili, che hanno lo stesso tenore proteico delle carni rosse. Minimo l’impatto sull’ambiente rispetto a quello degli allevamenti tradizionali di grandi animali destinati alla macellazione.

The Algae Factory

Spirulina ad alto contenuto proteico per barrette al cioccolato ricca di vitamine, minerali, aminoacidi essenziali e Omega 3 e 6: praticamente un super cibo considerato dalla Fao “un potente ingrediente per combattere la fame nel mondo”. La produce la startup fondata da Pierluigi Santoro, Stefania e Nicola Abbona.

Funghi Espresso

Un kit per realizzare una minifungaia in casa, usando i fondi del caffè. L’idea è di Urban Farming: recuperare scarti e valorizzarli, produrre cibo sano e di qualità, educando alla sostenibilità ambientale.

Mash Cream

Gelato arrotolato, lavorato a -25 gradi. E’ nuovo modo di presentare l’ice cream, purché preparato con ingredienti italiani di qualità. L’innovazione è frutto di partnership tra piccole e medie aziende agricole italiane.

OffiCucina

Ideata per il Food Innovation Program (master di II livello dell’Università di Modena e Reggio Emilia) è un luogo ibrido un po’ cucina un po’ officina. Un set innovativo al Maker Faire di Roma per workshop e incontri sulla food innovation.

Meg, lattuga a nitrati zero

Una serra connessa a Internet che registra tutto il processo di coltivazione. E’ la proposta di Meg che, insieme al Future Food Instutite, e con il supporto scientifico della facoltà di Agraria di Milano e del centro di Ricerca e Sviluppo di Green Has Italia, conduce una sperimentazione per la riduzione dell’accumulo di nitrati nelle piante orticole a foglia verde. L’obiettivo è di rendere scalabile e sostenibile su scala agroindustriale la “lattuga a Nitrati Zero”. O quasi.

Dovetailed

Una stampante 3D Fruit printer che trasforma liquidi e preparati gelatinosi in composti tridimensionali: bombe di sapore con la forma della frutta fresca.

By Flow

Pesa 7 kg la stampante portatile inventata da una società olandese, vera star di molti pop-up restaurant: è in grado di stampare con diversi inchiostri alimentari (progettati ad hoc) un intero menù.

ChefClay

E’ un progetto del Fablab di Faenza che unisce l’artigianato artistico della città all’innovazione tecnologica: crea in stampa 3D di piatti in ceramica dal design contemporaneo.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close