• 18 Maggio 2021 1:20

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Gruppo Piaggio in prima linea nella lotta all’Aids

Giu 28, 2016

“La partnership con (RED), una delle istituzioni più prestigiose al mondo, rappresenta un altro impegno concreto di Piaggio in questo ambito. Per questo oggi siamo felici e orgogliosi di essere stati scelti per rappresentare, tra i loro partner, il mondo della mobilità. Sarà una collaborazione globale tra due realtà riconosciute nel mondo come simboli di professionalità ed eccellenza”. Il presidente e AD del Gruppo Piaggio, Roberto Colaninno, è particolarmente orgoglioso dell’ultima novità che coinvolge l’azienda: il gruppo ha infatti annunciato l’avvio di una partnership a sostegno della raccolta fondi per il finanziamento di programmi di lotta all’AIDS, e lo ha fatto con un evento in grande stile, al quale cha partecipato, per dirne una, anche Bill Gates (che, con la fondazione Bill & Melinda Gates, è tra i massimi protagonisti mondiali nella battaglia per la salute e il benessere nei paesi in via di sviluppo).

Condividi

Il prestigioso compito toccherà a Vespa, il brand della due ruote più amato e famoso al mondo, incaricato di sviluppare un veicolo chiamato, appunto, (RED). Dalla vendita di ogni esemplare, 150 dollari verranno destinati a sostenere le attività del Global Fund per la lotta alla malattia, alla tubercolosi e alla malaria.

“Siamo onorati di avere il Gruppo Piaggio con noi nella lotta all’Aids con la presentazione dell’operazione (Vespa) RED. Dalla vendita di questo iconico veicolo arriveranno fondi per sostenere il difficile lavoro del Global Fund”, spiega Deborah Dugan, CEO di (RED).

La Vespa (RED), che sarà presentata, nella sua forma definitiva, al prossimo salone Eicma di Milano, dal 10 al 13 novembre, verrà commercializzata in Europa, Asia, Area del Pacifico e Stati Uniti e il primo gruppo sarà messo in vendita a dicembre 2016, in concomitanza con la (RED)’s Shopathon campaign.

Fondata nel 2006 da Bono e Bobby Shriver, (RED) finora ha contribuito con ben 350 milioni di dollari al Global Fund per la lotta contro Aids, tubercolosi e malaria; i finanziamenti sono arrivati in Ghana, Kenya, Lesotho, Ruanda, Sudafrica, Swaziland, Tanzania e Zambia, con il 100% delle risorse destinate ad attività in loco. Questi aiuti hanno avuto impatto su più di 70 milioni di persone con attività di prevenzione, cure, consulenze, test HIV e servizi di assistenza.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close