• 13 Maggio 2021 7:32

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Gorno Tempini presidente della Fondazione Fiera Milano

Lug 1, 2016

Giovanni Gorno Tempini prende il posto di Benito Benedini alla presidenza della Fondazione Fiera Milano, azionista di controllo della Fiera di Milano (quotata in Borsa).

Il nome stato proposto, come vuole la prassi, dai vertici della Regione Lombardia, ma la nomina deve essere concordata con il Comune di Milano. Su Gorno Tempini sia il presidente lombardo Roberto Maroni che il sindaco di Milano Giuseppe Sala hanno trovato un punto d’incontro, dopo un tira e molla dietro le quinte durato per diversi giorni.

Benedini avrebbe voluto, seppure con qualche riserva, la riconferma da parte di Maroni, ma Sala preferiva la discontinuit; a quel punto il governatore ha suggerito l’ex sindaco di Varese Attilio Fontana, ma rischiava prima di tutto di avere problemi incompatibilit per la sua attivit di politico, in base a un’interpretazione rigida della normativa nazionale sugli incarichi nelle partecipate – e poi, soprattutto, una volta sconfitta la Lega a Varese, il suo “potere contrattuale” si affievolito. Per mezza giornata ha tenuto infine banco il nome dell’imprenditore Carlo Pesenti, ma oggi la quadratura del cerchio stata trovata con Giovanni Gorno Tempini.

Sar ufficialmente nominato dalla giunta della Fondazione nella prossima riunione. Gorno Tempini, bresciano, classe 1962, con una carriera di banchiere alle spalle, stato amministratore delegato della Cassa Depositi e Prestiti fino al luglio 2015 (di cui peraltro il sindaco Sala stato consigliere fino a pochi giorni fa). Da agosto 2011 fino al luglio 2015 stato anche presidente del Fondo strategico italiano controllato sempre dalla Cdp.

In una nota la Regione Lombardia, senza specificare il nome, ha fatto sapere che nella riunione straordinaria della Giunta Regionale, tenutasi questa mattina si preso atto delle candidature presentate per il rinnovo dei vertici della Fondazione Fiera di Milano. Ora il presidente di Regione Lombardia Roberto Maroni sentir il Sindaco di Milano e le associazioni per l’intesa necessaria ai fini della designazione formale del Presidente e dei membri del Consiglio Generale, che verr formalmente adottata nella giunta gi convocata per marted 5 luglio.

Con questa nomina si chiudono le grandi partite del Comune negli enti e nelle partecipate. Sala infatti nelle altre societ riconfermer i nomi gi decisi dal suo predecessore Giuliano Pisapia. Per lui rimane solo da decidere chi sar il prossimo direttore generale di Milano. Il bando scade tra 5 giorni.

Per Maroni invece rimangono da sciogliere i nodi pi delicati dell’avvicendamento alla societ autostradale Serravalle, di cui formalmente la Regione detiene la gestione prima che passi alla citt metropolitana milanese tra due anni (anche se c’ da immaginarsi che rimarr nelle mani del Pirellone). La sub controllata Pedemontana dovrebbe avere, gi da luglio, un nuovo amministratore delegato: Antonio Di Pietro.

© Riproduzione riservata

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close