• 3 Dicembre 2021 15:12

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Google Pixel e Pixel XL contro iPhone 7 e 7 Plus, caratteristiche a confronto: quale comprare? – International Business Times Italia

Ott 5, 2016

Google ed Apple, due realtà completamente diverse tra loro per il modo di pensare, disegnare, produrre e vendere. Due big dell’high tech che quest’anno, a distanza di un mese l’uno dall’altro, hanno presentato le loro punte di diamante per il settore mobile. Apple con i suoi iPhone 7 e 7 Plus e Google, grazie alle capacità di HTC, i nuovi Pixele Pixel XL. Dispositivi che a partire dal sistema operativo si presentano agli occhi degli utenti in maniera completamente differente.

Apparentemente inconfrontabili ma per i motivi appena detti e a fare i maliziosi, ci si potrebbe vedere la sfida per eccellenza: Google contro Apple, Android contro iOS. Soprattutto ora che gli smartphone per i puristi del mondo Android (ex Nexus), hanno un prezzo di acquisto sempre più vicino a quello degli iPhone. Ecco, pertanto, un confronto sulla carta attraverso il quale cercheremo di evidenziare le differenze e chiarire le idee agli utenti che li guardano con attenzione.

SISTEMA OPERATIVO. Come per ogni confronto che vede scontrarsi due terminali dagli ecosistemi diversi, partiamo proprio dal sistema operativo che può rappresentare il fattore decisivo per l’acquisto di uno piuttosto che l’altro. Android da una parte e iOS dall’altra. I nuovi Pixel sono equipaggati con Android in versione 7.1 Nougat con un’interfaccia di sistema dall’aspetto semplice. A gestirla è il nuovo Pixel Launcher che si integra perfettamente con il sistema che punta tutto su Google Assistant.

LEGGI ANCHE: 5 cose che Google Assistant potrà fare per voi (e perché Google non sarà mai una società hardware)

Si tratta di un assistente virtuale che grazie all’intelligenza artificiale è in grado di capire i contesti, rispondere ad ogni domanda dell’utente ed interagire con tutte le app, le informazioni e le impostazioni dello smartphone. A rendere ancora pià appetibile questa esperienza di utilizzo la possibilità di fruire di uno spazio cloud illimitato per archiviare immagini e video alla loro massima risoluzione, o ancora un servizio di assistenza clienti attivo 24 ore su 24 e sette giorni su sette in alcuni paesi, accessibile da una chat direttamente dallo smartphone.

Tutto mantenendo la natura libera e versatile di Android. I nuovi iPhone, invece, esordiscono con iOS 10. Si tratta della più recente versione del sistema operativo mobile di Apple che migliora ulteriormente l’ottimizzazione e l’esperienza di utilizzo grazie ad un sistema ancora più veloce, rivisto graficamente in ogni dettaglio per essere ancora più semplice ma allo stesso tempo interattivo da utilizzare, oltre che sempre funzionale. Ad esempio sarà possibile eliminare le applicazioni di sistema e utilizzare un Siri migliorato.

Siri, la risposta a Google Assistant, ha adesso un’intelligenza migliorata e portata anche dentro la tastiera, che adesso fornirà suggerimenti contestualizzati. Inoltre, come Assistant, potrà interagire anche con le applicazioni e i servizi di terze parti rendendo possibile, ad esempio, l’invio di un messaggio su WhatsApp semplicemente con un comando vocale. iOS, dunque, rimane il punto di riferimento per un ambiente di lavoro sempre pronto e funzionale.

DESIGN. Google cambia ogni anno il design dei suoi dispositivi, complice il fatto di doverli realizzare in partership con un’azienda. Quest’anno il partner è stato HTC ma non ci sono loghi sulla scocca e informazioni che lo rivelano, oltre le dichirazioni di Google, perché Big G ha voluto curare in autonomia ogni minimo dettaglio del progetto. Pixel e Pixel XL si presentano con un corpo dalle linee estremamente semplici ed eleganti ottenuto grazie alla lavorazione dell’alluminio che nei profili laterali presenta una lavorazione simil satinata.

LEGGI ANCHE: Google Home, WiFi, Daydream View e Chromecast Ultra: cosa sono e a cosa servono

Da notare la sezione in vetro, posizionata sulla parte posteriore alta e che ingloba fotocamera e lettore di impronte digitali. I Pixel sono disponibili nelle colorazioni White, Black e Really Blue. Apple ha portato avanti un processo di ammodernamento dei suoi iPhone spostando le bande delle antenne alle due estremità della scocca per attirare lo sguardo degli utenti su tutto il corpo dei nuovi iPhone, liscio e avvolgente ma soprattutto resistente all’acqua, agli schizzi e alla polvere.

iPhone 7iPhone 7 nella nuova colorazione Jet Black REUTERS/Beck Diefenbach

Concorre ad attirare gli sguardi sul melafonino il tasto Home riprogettato da zero: da tasto “normale” è passato a tasto a stato solido, fatto per essere più durevole. Ma anche reattivo e sensibile alla pressione grazie al nuovo Taptic Engine che restituisce un feedback tattile. In più, ci sono due nuove colorazioni che si aggiungono alle classiche silver, gold e rose gold. Parliamo di Black e Jet Black, la prima dalla finitura opaca assicurata dalla microsabbiatura che esalta l’intensità del nero ed il Jet Black, con un nero puro e uniforme, dove non si capisce quando finisce l’alluminio e dove inizia il vetro, che nasce da un processo straordinariamente preciso di anodizzazione e lucidatura in nove fasi.

DIMENSIONI. Parlando di numeri, iPhone 7 è grande 138.3 x 67.1 x 7.1 millimetri e pesante 138 grammi contro i 143.8 x 69.5 x 8.58 millimetri e 143 grammi di Pixel. Le dimensioni di iPhone 7 Plus sono di 158.2 x 77.9 x 7.3 millimetri e 188 grammi di peso contro i 154.7 x 75.7 x 8.6 millimetri e 168 grammi di Pixel XL.

Google Pixel XL, le colorazioni disponibiliI vari colori in cui saranno disponibili Pixel e Pixel XL Google

DISPLAY. Google ha scelto per i suoi terminali due pannelli AMOLED protetti da vetro Gorilla Glass 4. Pixel ha uno schermo da 5 pollici, 1920 x 1080 pixel di risoluzione e 441 PPI. Pixel XL ha uno schermo da 5.5 pollici di diagonale, 2560 x 1440 pixel di risoluzione e 534 PPI. iPhone 7 è dotato di uno schermo Retina 4.7 pollici di diagonale, 750 x 1334 pixel di risoluzione e 326 PPI. Un pannello che diventa da 5.5 pollici di diagonale, 1080 x 1920 pixel di risoluzione e 401 PPI su iPhone 7 Plus.

A livello di funzionalità va segnalato invece la tecnologia 3D Touch che rende il melafonino in grado di rilevare quanta pressione eserciti sul display. Il 3D Touch reagisce infatti alle più leggere variazioni di pressione e registra con precisione una gamma dinamica di sollecitazioni, anche le variazioni di gravità che si verificano quando si tiene in mano il dispositivo. E a seconda dell’intensità rilevata sono disponibili nuove funzioni oltre ai controlli Multi‑Touch come toccare e scorrere, sviluppate per migliorare l’esperienza di utilizzo.

iPhone 7, lo schermo è ancora più luminosoiPhone 7, lo schermo è ancora più luminoso Apple

CHIPSET. I due Pixel sono dotati di quanto meglio offre il mercato. All’interno della scocca, infatti, trova posto lo Snapdragon 821 di Qualcomm che rispetto all’attuale Snapdragon 820 offre un processore Quad Core dalla frequenza operativa più alta: 2.15 Ghz e una GPU Adreno 530 da oltre 600 MHz. Componenti supportate su entrambi i dispositivi da 4 GB di RAM LPDDR4.

Sui due iPhone 7 fa capolino, per la prima volta tra l’altro su un dispositivo iOS, il chip A10 Fusion con processore Quad Core a 64 bit così caratterizzato: due core ad alte prestazioni in grado di svolgere i compiti nella metà del tempo impiegato da iPhone 6, e due core ad alta efficienza che consumano solo un quinto dell’energia rispetto ai primi due. A supporto ci sono la GPU PowerVR a Sei Core e 2 GB di RAM LPDDR4 per iPhone 7 e 3 GB di RAM LPDDR4 per iPhone 7 Plus. Soluzioni tecniche che con tutta probabilità si equivalgono ma per le quali è necessario attendere dei benchmark attendibili.

La connettività, invece, è simile per tutti e comprende il Bluetooth Smart Ready 4.2, Wi-Fi 802.11 a/b/g/n/ac, NFC, A-GPS, LTE ed HSPA+ 21/42 Mbps. Presente su tutti e quattro il lettore di impronte digitali, anteriormente su iPhone e posteriormente sui Pixel. Su quest’ultimi è presente il jack audio da 3.5 millimetri che su iPhone 7 è stato eliminato.

LEGGI ANCHE: Google Pixel e Pixel XL: prezzo, uscita in Italia e caratteristiche. Le esclusive software di Android 7.1

MEMORIA. Pixel e Pixel XL sono disponibili in due tagli: da 32 e 128 GB di memoria interna non espandibile. La stessa filosofia utilizzata da Apple che però propone iPhone 7 e 7 Plus nei tagli da 32, 128 e 256 GB di memoria interna. Apple, dunque, nonostante la possibilità di storage illimitato per immagini e video sui Pixel, offre l’alternativa più adatta per chi è sempre in cerca di spazio.

Google PixelGoogle Pixel Google

COMPARTO MULTIMEDIALE. Google, con HTC, si è impegnata per offrire un’esperienza multimediale sopra la media. È per questo che entrambi i Pixel godono di una fotocamera posteriore da 12.3 MegaPixel con pixel da 1.55 µm, apertura focale F/2.0, autofocus laser, stabilizzatore ottico e flash LED Dual Tone. Un mix che ha permesso agli smartphone di ottenere il punteggio 89 da parte di DxOMark, la redazione di esperti nella valutazione della qualità di immagine di obiettivi e fotocamere che opera ormai da diversi anni.

Anteriormente, invece, è presente una fotocamera da 8 MegaPixel. Su iPhone 7 esordisce una fotocamera posteriore con nuovo sensore da 12 MegaPixel grande 1/3″ e con pixel da 1.22 µm, autofocus più veloce, apertura F/1.8 e obiettivo a sei elementi per convogliare più luce sul sensore per immagini brillanti e nitide e flash True Tone a quattro LED che illumina ancora a più lungo. Presente anche lo stabilizzatore ottico che aiuta a compensare i movimenti. Su iPhone 7 Plus le fotocamere posteriori sono due.

Accanto a quella grandangolare da 12 MegaPixel disponibile anche su iPhone 7, trova posto una seconda fotocamera da 12 MegaPixel con teleobiettivo che avvicina chi scatta al soggetto. Sarà possibile, infatti, eseguire ingradimenti fino a 2x senza perdita della qualità grazie allo zoom ottico. Migliorato e potenziato anche lo zoom digitale. Sempre grazie ai due sensori con apertura focale F/1.8 il primo e F/2.8 il secondo e flash True Tone a quattro LED sarà disponibile il nuovo effetto profondità di campo.

Ciò significa sfruttare la profondità di campo per mettere a fuoco i volti lasciando sfumati gli sfondi. Il tutto in maniera automatica grazie ad un nuovo processore d’immagine (ISP) con tecnologia di apprendimento automatico. Anteriormente, su entrambi gli iPhone, trova posto una fotocamera da 7 MegaPixel che sfrutta l’illuminazione dello schermo come flash.

Apple iPhone 7 Plus, la Dual Camera da 12 MegaPixelApple iPhone 7 Plus, la Dual Camera da 12 MegaPixel Apple

BATTERIA. Il discorso sull’autonomia è particolarmente complesso e meriterebbe una prova simultanea di tutti e quattro i terminali perché batterie differenti per un centinaio di mAh possono tranquillamente equivalersi. Le differenze principali in questi casi, infatti, dipendono per lo più dallo schermo e dal processore ma anche dalle ottimizzazioni dei sistemi operativi. In ogni caso, Pixel esordisce con un’unità non rimovibile da 2770 mAh mentre Pixel XL con una da 3450 mAh.

Batterie che supportano la tecnologia di ricarica rapida Qualcomm Quick Charge 3.0 che permette di abbattere i tempi di ricarica: 7 ore di autonomia con appena 15 minuti di ricarica. Sui nuovi iPhone 7 e 7 Plus, le batterie sono rispettivamente da 1960 e 2900 mAh. Apple ha dichiarato semplicemente che iPhone 7 durerà fino a 2 ore in più di iPhone 6s e iPhone 7 Plus fino ad un’ora in più rispetto ad iPhone 6s Plus. Nessuna ricarica rapida per Apple.

QUALE PRENDERE, CHI VINCE, CHI PERDE? Nel complesso, tutti e quattro i terminali si equivalgono dal punto di vista delle caratteristiche anche se differiscono per alcuni aspetti che analizzati singolarmente possono spingere all’acquisto di uno piuttosto che l’altro. È il caso del SoC con 4 GB di RAM e la ricarica rapida della batteria per i Pixel o la resistenza all’acqua, agli schizzi e alla polvere degli iPhone. Una feature che contribuisce a rendere il terminale più completo e sicuro da utilizzare.

Un altro fattore da tenere a mente è il prezzo, con Pixel disponibile con 32 GB di memoria a 759 euro. Una cifra che sale a 869 euro circa per il modello con 128 GB interni. Sono necessari 899 euro per il modello più grande con 32 GB interni, che salgono a 1009 euro sempre per Pixel XL ma con 128 GB interni. Cifre che non si allontano poi molto da quelle necessarie per acquistare un iPhone, da sempre il dispositivo più caro, ma che comunque rispetto ad un Android mantiene il valore nel tempo.

Inoltre, né Pixel né Pixel XL non saranno disponibili in Italia entro la fine dell’anno. Secondo quanto riportato da Repubblica e da Corriere della Sera, i due smartphone verranno commercializzati in Italia solo nel 2017. iPhone 7 è offerto al prezzo base di 799 euro per la versione con 32 GB di memoria, 909 euro per quella con 128 GB e 1019 euro per quella con 256 GB. Per iPhone 7 Plus sono necessari 939 euro per la versione base con 32 GB di memoria, 1049 euro per quella con 128 GB e si arriva fino a 1159 euro per quella con 256 GB.

Scegliere comunque quale comprare spetta all’utente finale. Ecco infine una tabella che mette a confronto le schede tecniche dei quattro dispositivi.

iPhone 7 e 7 Plus vs Pixel e Pixel XLiPhone 7 e 7 Plus vs Pixel e Pixel XL IBTimes Italia/Marco Serra

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close