• 14 Giugno 2024 17:28

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Formula 1 GP Messico 2016: le pagelle

Ott 31, 2016
Formula 1 GP Messico 2016: le pagelle

Veramente Rosberg vuol vincere un Mondiale così? Tirandola fino alla fine confermando gara dopo gara che l’ “altro” è più dotato e più meritevole? Il dubbio, dopo il Gran Premio del Messico, è legittimo, perchè come negli USA Hamilton ha fatto tutto alla perfezione, a parte la prima curva, dominando in lungo e in largo con Rosberg che non ci ha mai nemmeno provato a impensierire l’inglese. E allora, voto 9 a Hamilton, che non prende dieci solo per l’erroraccio alla prima curva che poteva anche essere passibile di sanzione a ben guardare, e voto 4 a Rosberg, che pure di gran belle gare ne ha fatte in quantità quest’anno, altrimenti non sarebbe lassù. Però così non si può andare avanti, così non si può vincere un Mondiale, pena essere ricordato davvero come quello che ha vinto il titolo solo per le disgrazie di affidabilità altrui, al netto delle belle gare di cui si diceva sopra. E detto per inciso non è nemmeno molto saggia come strategia, perchè basta un’inezia perchè tutto prenda ben altra piega. Delusione!

Voto 8 a Ricciardo, che forse globalmente è stato leggermente meno veloce di Verstappen nel fine settimana messicano, ma a differenza dell’olandese ha mostrato carattere senza mai sconfinare nella supponenza, o peggio nell’irregolarità. Una lezione di stile prima ancora che di guida.

A proposito, voto 5 a Verstappen, che fa tutto per il meglio ma poi come un bambino che combina una marachella nega anche di fronte all’evidenza. E certo il paragone con un pargolo sarà un po’ abusato giornalisticamente, ma purtroppo stavolta calza assai bene. Peccato perchè il talento rimane purissimo, ora va solo fatto maturare.

Voto 8 a Vettel, che dopo una qualifica difficile e con un’auto che non vale le Red Bull poteva finire a podio con una gara fatta di velocità e strategia. Se lo sarebbe meritato il tedesco, e la penalizzazione – oltre che conseguenza indiretta della scorrettezza di Verstappen – appare davvero severa rispetto all’entità effettiva della chiusura praticata su Ricciardo. Ma le regole si sa son fatte per.. ect. etc. Resuscitato? Aspettiamo la prossima gara.

Voto 7,5 a Raikkonen, penalizzato dalla strategia ma bello tonico nel sorpasso su Hulkenberg, a conferma di un livello che si mantiene sempre alto. Consistente.

A proposito, voto 7,5 anche al pilota tedesco, velocissimo in qualifica e coriaceo in gara, finché non si è messo a fare una piroetta che per sua fortuna non compromette niente nel risultato finale. Ma perchè non corre sempre così?

Per un “Hulk” che svetta, in Force India c’era anche un Perez in perenne difficoltà, al sabato e poi anche in gara, dove proprio non ce l’ha fatta a passare le Williams, rispetto alle quali era comunque più veloce. L’aria di casa a Perez non fa bene, ma uno così dotato non dovrebbe farsi prendere dall’emozione quando corre davanti al suo pubblico: voto 5,5, ansia da prestazione.

Per il resto, voto 7 a Bottas, che fa quel che può con una Williams ormai a fine dello sviluppo e voto 6,5 a Massa, sempre un passo indietro al finlandese ma bello tonico nel rintuzzare gli attacchi di Perez per quasi metà gara.

E per concludere, voto 7 di incoraggiamento a Ericsson che stando lontano dai guai arriva ai margini della zona punti, risultato ampiamente sopra la portata sua e della Sauber, anche se a dirla così passa istantaneamente la voglia di festeggiare.

I voti

Lewis Hamilton 9

Nico Rosberg 4

Daniel Ricciardo 8

Max Verstappen 5

Sebastian Vettel 8

Kimi Raikkonen 7,5

Nico Hulkenberg 7,5

Sergio Perez 5,5

Valtteri Bottas 7

Felipe Massa 6,5

Marcus Ericsson 7

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close