• 18 Agosto 2022 1:36

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Fiat 500X si prepara al restyling per il 2022: anticipazioni

Gen 15, 2022

Le anticipazioni delle settimane e dei mesi precedenti ci avevano fatto già scoprire diversi dettagli sulla prossima best seller Fiat. Su come sarà la nuova 500X 2022 ci sono oggi pochi dubbi. Merito di un video nel quale il crossover della casa di Torino si mostra in tutte le sue curve, lasciando così ben poco spazio all’immaginazione.

Nonostante alla presentazione dovrebbe mancare ancora qualche settimana (prevista tra la fine di gennaio e la prima metà di febbraio), della 500X 2022 conosciamo ormai praticamente tutto. Le novità estetiche all’interno e all’esterno dell’abitacolo sono state anticipate a più riprese nelle ultime settimane (e confermate dal video-anteprima della presentazione che gira da qualche giorno su YouTube), mentre le notizie sulle nuove motorizzazioni sono state fatte trapelare dai soliti ben informati. Insomma, se qualcuno dalle parti di Torino sperava di sorprendere fan e appassionati resterà deluso.

Come cambia l’estetica della 500X

A onor del vero, di grandi novità sulla 500X 2022 non se ne vedono. Gli interventi dei designer del Lingotto sono infatti minimi e il restyling da molti tanto atteso si limita a una manciata di interventi di minore portata. D’altronde, la 500X è uno dei modelli Fiat di maggior successo degli ultimi anni (e tra i crossover più venduti in Italia) e stravolgerla avrebbe avuto davvero poco senso.

Fiat 500X

La “vecchia” 500X si appresta ad andare in pensione: tra fine gennaio e inizio febbraio atteso il nuovo restyling

La nuova versione del crossover italiano avrà un frontale ridisegnato, molto simile a quello già visto nella 500 elettrica, nel quale troveranno spazio nuovi gruppi ottici frontali Full LED. Nessuna modifica, invece, per spazi e geometrie all’interno dell’abitacolo, dove spunta però un nuovo display più ampio e funzionale.

Con la nuova versione in arrivo nel corso dell’anno assisteremo non solo a un restyling del crossover torinese, ma anche a un rebranding. Dal cofano anteriore scompare infatti il logo Fiat, che viene rimpiazzato dallo stesso logo “500” che oggi campeggia sulla citycar elettrica. Una precisa scelta commerciale, oltre che estetica e funzionale: si tratta infatti del secondo modello della “famiglia 500” a essere lanciata sul mercato con un logo a sé e tutto lascia pensare che dalle parti del Lingotto stiano seriamente pensando a trasformarla in un marchio a sé stante (sulla falsariga di quanto fatto, ad esempio, da Citroen con DS e da Seat con Cupra).

Dall’altro lato, però, la scelta di utilizzare un nuovo logo potrebbe essere anche un metodo per differenziare la 500X del 2022 dalla versione precedente. Come abbiamo detto, infatti, le differenze estetiche e aerodinamiche tra i due modelli sono davvero minime e il nuovo logo sul cofano può aiutare a riconoscerle e distinguere l’una dall’altra.

Fiat 500X 2022: le nuove motorizzazioni

Oltre alla nuova estetica – e al nuovo logo – sulla 500X 2022 faranno il loro esordio anche nuove motorizzazioni che renderanno il crossover della casa piemontese ancora più interessante. Il restyling è infatti basato sulla piattaforma eCMP, già utilizzata da diversi modelli dell’ex gruppo PSA e ora destinata a fare da “base” anche ai nuovi modelli in uscita da Torino.

In particolare, la 500X 2022 dovrebbe esordire in primavera con un powertrain mild-hybrid da 48 Volt dotato di un alternatore di nuova generazione. Il sistema di trazione dovrebbe essere composto da un motore benzina da 1.5 litri coadiuvato da un piccolo propulsore elettrico in grado di erogare maggiore potenza in fase di accelerazione (il powertrain è in grado di sviluppare fino a 160 cavalli di potenza) e di viaggiare in modalità “motore spento” in fase di veleggiamento. Una soluzione, dunque, che consente di abbattere ulteriormente consumi ed emissioni del veicolo.

Oltre alla motorizzazione ibrida, il crossover Fiat dovrebbe essere disponibile anche con motori benzina da 1.0 e 1.3 litri e 1.0 e diesel da 1.3 e 1.6 litri. Non è trapelato nulla, invece, per quel che riguarda il listino, anche se i prezzi non dovrebbero poi essere molto lontani da quelli del modello oggi in commercio.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close