• 14 Aprile 2021 12:50

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

F1, Gp Singapore 2016: Vettel: «Non è stata questione di sfortuna»

Set 17, 2016
F1, Gp Singapore 2016: Vettel: «Non è stata questione di sfortuna»

«Oggi non è stata sfortuna: qualcosa si è rotto, e c’è sicuramente un motivo dietro a questo problema. Bisogna risalire alle cause di quanto successo oggi, anche per evitare che si verifichi sulla macchina di Kimi». Non vuole parlare di cattiva sorte Sebastian Vettel, fermato nella Q1 dalla rottura della sospensione posteriore della sua SF16-H.

Vettel, al via dall’ultima piazzola in griglia, ha cercato comunque di cogliere un tentativo lanciato, senza però riuscire nell’intento. «Giravo con tre ruote sull’asfalto – spiega Vettel – andare veloce sarebbe stato impossibile in quelle condizioni». Il risultato è una qualifica amara, così diversa da quella dello scorso anno, che lo aveva visto cogliere la pole position.

Quali, dunque, le speranze per la gara? «Domani dobbiamo sperare nell’ingresso in pista di diverse Safety Car per tentare la rimonta. Almeno abbiamo a disposizione degli pneumatici freschi, ma non è certo la situazione ideale». Risalire la china, su una pista dove sorpassare non è facilissimo, rappresenterà un compito arduo per Vettel.

Scatterà dalla quinta posizione in griglia il compagno di squadra di Vettel, Kimi Raikkonen.«Le sensazioni in qualifica erano migliori rispetto alle FP3 – racconta Raikkonen – e penso che oggi abbia ottenuto il miglior risultato possibile con questa monoposto. Non è andata male, anche se abbiamo ottenuto meno di quanto sperassimo».

Le sensazioni in qualifica erano migliori rispetto alle FP3 e penso che oggi abbiamo ottenuto il miglior risultato possibile con questa monoposto. Non è andata male, anche se abbiamo ottenuto meno di quanto sperassimo

«Forse ho spinto un po’ troppo nell’ultimo tentativo nella Q3 per cercare di migliorare – confessa Raikkonen – ma sono andato largo già in curva 1. A metà giro ho provato a recuperare, ma ho perso aderenza. Siamo stati un po’ troppo lenti, ma la guidabilità della vettura era buona. Oggi non avevamo abbastanza grip. Non avevamo nulla da perdere, quindi ho cercato di spingere, anche se alla fine non ha pagato».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close