• 6 Ottobre 2022 0:23

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

F1, Brawn: «L’addio alla Mercedes? Non mi fidavo di Wolff e Lauda»

Ott 20, 2016
F1, Brawn: «L'addio alla Mercedes? Non mi fidavo di Wolff e Lauda»

Ross Brawn è stato invitato a partecipare alle discussioni circa i nuovi regolamenti e il futuro della Formula 1, ma l’ex team manager britannico ha rifiutato l’offerta. A rivelarlo lo stesso Brawn, nel suo nuovo libro, Total Competition: Lessons in strategy from Formula 1, scritto a quattro mani con Adam Parr.

Il motivo di questo rifiuto? «Una proposta del genere implica il coinvolgimento nei giochi di potere della Formula 1 – scrive Brawn -. Se qualcuno mi avesse proposto di collaborare a livello ingegneristico, sarei stato tentato; l’offerta ricevuta, però, riguardava la parte che mi piaceva meno del mio lavoro».

Questa proposta è arrivata dopo l’addio di Brawn alla Mercedes, al termine della stagione 2013. Il motivo di questa scelta è da ricercarsi nella mancanza di fiducia nei confronti dei dirigenti della scuderia di Brackley: Brawn punta chiaramente il dito contro Toto Wolff e Niki Lauda.

«Avevo a che fare con persone all’interno del team di cui non mi potevo fidare e che mi avevano deluso per il loro atteggiamento – rivela Brawn -. All’inizio del 2013, scoprii che Paddy Lowe aveva firmato un contratto con il team; quando chiesi spiegazioni a Toto e Niki, si accusarono vicendevolmente. Non avevo idea di cosa stessero cercando di fare; Niki mi diceva una cosa, e venivo a sapere da altri versioni diverse». Una stoccata forte, quella ai danni di Wolff e Lauda.

Le rivelazioni di Brawn non finiscono qui: l’inglese, infatti, svela di aver ricevuto un’offerta di un posto nel consiglio di amministrazione della Ferrari, prima dell’uscita di scena di Luca Cordero di Montezemolo. «Ho tergiversato – racconta Brawn – ma Montezemolo ha finito per avere problemi con Marchionne e l’ipotesi non si è mai concretizzata».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close