• 21 Maggio 2022 7:50

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Serie B, poker di successi consecutivi per il Perugia. Bari, beffa al 92′ 

Mar 10, 2018

sabato 10 marzo 2018 17:00

Continua a volare il Perugia che soffre contro il Foggia ma ottiene il quarto successo consecutivo. Dopo 3 vittorie invece rallenta il Bari, beffato al 92′ dalla Pro Vercelli. Colpo esterno roboante del Parma che rovina l’esordio di Epifani sulla panchina del Pescara. L’unico 0-0 di giornata è quello tra Cesena e Carpi.

Bari-Pro Vercelli 2-2

Sfuma al 92′ la quarta vittoria consecutiva per il Bari che si fa beffare dalla Pro Vercelli. Al primo tiro in porta la squadra piemontese sblocca il match. Ghiglione segna il suo primo gol in carriera al 40′ con un’azione spettacolare: dopo il controllo con il destro, il 21enne centrocampista elude la difesa biancorossa accentrandosi e poi scarica in porta con il sinistro. A inizio ripresa i piemontesi accarezzano l’idea di raddoppiare: sul cross di Kanoutè da destra, Morra manda alto a pochi metri dalla porta. Al 66′ la squadra di Grosso pareggia con Kozak: Galano controlla in area e spedisce verso la porta, la palla dopo una deviazione del portiere finisce all’ex attaccante della Lazio che infila in rete. Proteste ospiti per la posizione di Anderson che tocca sulla linea il pallone calciato dal polacco. A far esplodere ancora il San Nicola ci pensa Franco Brienza, entrato poco prima al posto di Henderson: bellissimo scambio con Floro Flores, controllo di petto e rete di destro per l’attaccante nato a Cantù. Sembra tutto apparecchiato per il successo del Bari che invece al 92′ viene beffato dal gol in mischia di Morra. Finisce 2-2 come all’andata, è il settimo risultato utile consecutivo per la squadra di Grassadonia.

Cremonese-Cittadella 1-1

Il Cittadella, macchina da punti in trasferta, trova un punto prezioso sul campo della Cremonese, giunta all’ottava gara senza vittorie. All’11’ del primo tempo Alfonso genera un rigore abbattendo in uscita Gomez ma poi si fa perdonare cancellando il tiro dagli undici metri di Brighenti. Al 35′ secondo penalty per i grigiorossi: Salvi commette fallo su Cinaglia fuori area ma l’arbitro Sacchi indica il dischetto: alla battuta questa volta va Gomez e Alfonso va solo vicino al secondo miracolo. Al 52′ gli ospiti si affida a capitan Iori per ristabilire la parità: sugli sviluppi di un corner battuto da sinistra da Settembrini, il numero 4 del Cittadella beffa Ujkani.

Perugia-Foggia 2-0

Sesta vittoria nelle ultime 8 gare per il Perugia che conquista 3 punti preziosi in chiave playoff domando il Foggia. I pugliesi prendono il controllo delle operazioni nel primo tempo e a inizio ripresa chiedono un calcio di rigore per il fallo di mano di Pajac ma l’arbitro Pillitteri decide di sorvolare. Passano pochi secondi e gli umbri passano in vantaggio in contropiede: Di Carmine illumina il rimorchio di Cerri che insacca il pallone con la complicità di una deviazione. Al 73′ i grifoni mettono la cera lacca sul match con il rigore di Diamanti decretato per il fallo di mano di Tonucci. Si tratta del primo gol stagionale dell’ex attaccante del Palermo, alla seconda gara con la maglia biancorossa.

Pescara-Parma 1-4

L’esonero di Zeman non ha generato la scossa sperata per il Pescara che con Epifani in panchina crolla in casa con il Parma. Dopo un buon inizio dei padroni di casa, al 10′ gli emiliani passano con Calaiò che sfrutta il servizio di Baraye e firma il 100° gol in Serie B timbrando di punta sul primo palo. Al 24′ crociati vicini al raddoppio: punizione di Dezi da destra, Lucarelli svetta di testa e fa tremare la traversa. Al primo pallone giocato Ceravolo, sostituto di Calaiò, mette in ghiaccio la partita timbrando il gol dello 0-2 al termine di un contropiede. Passano pochi secondi e il Parma cala il tris con Gagliolo che firma il tap-in dopo la parata di Fiorillo sul tiro di Ceravolo. A 10 minuti dalla fine l’1-3 firmato Bunino serve solo per interrompere l’astinenza da gol su azione dopo 665 minuti. La festa del Parma viene completata dal poker di Scavone che beneficia di uno splendido dialogo tra Dezi e Insigne.

Spezia-Ternana 1-1

Lo Spezia non va oltre il pareggio con la Ternana e perde una grande occasione di avvinarsi alla zona playoff. Gli ospiti spezzano l’equilibrio al 28′: sulla punizione rasoterra da destra di Tremolada, Finotto si libera in area e trafigge di destro Di Gennaro sotto le gambe. Il quarto gol in campionato di Forte pareggia i conti sul tramonto del primo tempo: sull’assist involontario di Marilungo, il numero scarica in porta di sinistro e non lascia scampo a Sala. Al 64′ bianconeri vicinissimi al ribaltone: Pessina colpisce di testa ma la palla si stampa sul palo.

Venezia-Ascoli 1-0

Vittoria di rigore per il Venezia di Pippo Inzaghi che tocca quota 17 punti nelle ultime 7 gare disputate. La squadra di casa segna il gol decisivo a a inizio ripresa dopo un primo tempo senza guizzi. L’arbitro punisce col penalty l’intervento di Martinho su Falzerano e Geijo non perdona dal dischetto.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close