• 25 Luglio 2021 5:52

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Hyundai i30, a Parigi la terza generazione della compatta

Set 30, 2016

venerdì 30 settembre 2016 17:22

Al Salone di Parigi debutta la terza generazione della Hyundai i30, la compatta della Casa coreana che prosegue nello sviluppo virtuoso che ha contribuito al salto di prestigio e di qualità di Hyundai.

La nuova i30 è un modello concepito, disegnato, sviluppato e costruito in Europa. E risponde alle esigenze (non certo minimaliste) dei potenziale cliente del Vecchio Continente.

Nel 2011 la serie della coreana fu oggetto al Salone di Francoforte di un’accurata e ammirata ispezione da parte dell’allora gran capo del Gruppo Volkswagen, Martin Winterkorn. Anche stavolta farebbe bella figura, candidandosi a rivale della Golf VII. Con tanti buoni motivi.

Le dimensioni sono 434 cm di lunghezza, 180 cm di larghezza e 146 cm di altezza. Il passo è di 265 cm e il bagagliaio ha una capacità di carico di 395 litri, estendibili a 1.301 litri con i sedili posteriori reclinati.

Il telaio della nuova i30 è stato profondamente aggiornato, beneficiando di una riduzione del peso di 28 kg e dell’aumento della rigidità del 22%. Utili aiuti al conducente sono il rilevatore della stanchezza, la gestione degli abbaglianti e la frenata di emergenza con rilevamento pedoni.

Design più aggressivo. Cofano allungato, sbalzi ridotti, più prossima al suolo, la nuova i30 mostra di non volersi tirare indietro, anche se gli stilemi sono quelli di Hyundai, che stanno diventando a molti familiari.

In Corea del Sud sanno bene che le prestazioni contano, ma anche l’infotainement e la connettivià sono due requisiti importanti per molti acquirenti. A richiesta c’è un bel touch screen da 8″ (optional) di serie quello da 5″ con retrocamera integrata, Bluetooth e funzione My Music. Ma il primo permette di interfacciare ogni smartphone, con anche la ricarica wireless.

Triplete anche di motori, tre diesel e tre benzina. Spicca la novità del benzia 1.4 T-GDI da 140 cavalli e 242 Nm di coppia, disponibile con cambio a sei marce manuale o a richiesta con il doppia frizione a sette rapporti. Poi il mille tre cilindri turbo da 120 cavalli e 170 Nm (cambio manuale) e il 1.4 da 100 cavalli, il propulsore più datato. I tre motori a gasolio sono della stessa cilindrata, 1.6 litri, ma con potenze di 95, 110 e 136 CV, ai due più prestanti può essere abbinato il cambio automatico.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close