• 18 Luglio 2024 0:23

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Dal geco al serpente: quei disegni nascosti sulle Jeep

Giu 20, 2024

Forse non tutti sanno che Jeep ha ripreso sulle sue auto un’usanza tipicamente americana, quella degli Easter Eggs, cioè la tradizione di decorare le uova di Pasqua per poi nasconderle in casa e farle cercare ai bambini. I designer della Casa americana hanno pensato di inserire degli elementi stilistici nascosti con l’obiettivo di spingere i clienti ad una simpatica scoperta da effettuare nel corso del tempo. Abbiamo chiesto ai nostri utenti di segnalarci quali piccoli disegni segreti fossero riusciti ad avvistare: eccone di seguito alcuni che potrete individuare anche voi con una ‘piccola caccia al tesoro’.

Un’americanata bella e buona: Easter Eggs a profusione

Per quanto riguarda Jeep Compass, uno dei dettagli più evidenti e più amati è il geco. Oltre a questo, possiamo trovare anche un altro rettile che non passa inosservato: il piccolo serpentello o mostro di lochness disegnato sul lunotto posteriore. Sulla cuffia della leva del cambio e nella parte posteriore della seduta del sedile passeggero c’è un’icona nera rappresentante una Willys, stilizzata col numero 5.

La stessa Willys della gamma Jeep è raffigurata anche sul parabrezza anteriore della Compass. Guardando con occhio attento la cornice del pulsante d’avviamento, compare una scritta in cui si legge: ”To new adventures”: tradotto ‘stai partendo per nuove avventure‘. Un dettaglio magari mica facile da scorgere, ma pieno di fascino e da sottigliezze del genere si evince la cura riposta dal Costruttore a stelle e strisce nel fidelizzare il pubblico.

Mentre fino a qualche decennio fa era sufficiente realizzare un prodotto all’altezza delle aspettative sotto il piano della funzionalità (meglio ancora se apprezzabile esteticamente), oggi sondare delle strade alternative è inevitabile. Subentra una componente di emozioni, non calcolabile, tuttavia presente. Lo insegnano ai banchi di scuola delle università, nei corsi di marketing: bisogna creare un’emozione, suscitare delle immagini nella mente del pubblico.

C’è persino il codice morse (dal significato evocativo)

Gli spunti sono davvero difficili da scoprire: ad esempio sulla gomma che ricopre il poggia piede sinistro del guidatore c’è la scritta in codice morse: ‘Sand, Snow, Rivers, Rocks’. È palese l’impegno messo dal personale, e i risultati, in termini di effetto buzz in rete, non sono tardati ad arrivare. Senza spendere una fortuna, il brand ha avuto una pensata mica male e, chissà, forse costituisce appena l’inizio. Delle realtà concorrenti ne calcheranno le orme? L’unico modo per stabilirlo consiste nell’avere un po’ di pazienza.

Comunque, se credete che il viaggio sia terminato qui, vi sbagliate. Infatti, sotto al sedile passeggero, sulla plastica, sono definite le coordinate per raggiungere la località Revengein Moab nello Utah, dove vengono testate tutte le Jeep. La raffigurazione nella Renegade è inserita pure nella vaschetta porta oggetti. Un altro degli “Easter Eggs” delle Jeep è la riproduzione delle forme stilizzate dei fari tondi e delle sette feritoie individuabili nel portellone del bagagliaio, nei rivestimenti degli sportelli, nei vetri dei fari e delle luci posteriori. Passando all’esterno della vettura, dove si trova il tappo del serbatoio, la guarnizione svela la sagoma di un ragno e una scritta recitante “Ciao baby”.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close