• 2 Marzo 2024 20:52

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Champions amara per il Milan. 1-3 con il Dortmund

Nov 28, 2023

AGI – Il Milan ha perso in casa per 3-1 con il Borussia Dortmund e ora vede allontanarsi gli ottavi di finale di Champions. A San Siro la gara si apre con un rigore sbagliato da Giroud al settimo minuto. Al 10mo viene assegnato un penalty ai tedeschi che lo trasformano con Marco Reus. I rossoneri, però, trovano il pareggio al 38mo con Samuel Chukwueze, bravo ad accentrarsi e a calciare con il mancino all’angoletto.

Nella ripresa al 53mo infortunio al flessore per Thaw che deve lasciare il campo per Krunic. Il Borussia poi trova le reti di Gittens al 59mo e Adeyeni al 70mo che chiudono l’incontro.

Il Dortmund si è qualificato ma il Milan può ancora sperare, anche grazie al pareggio 1-1 del Newcastle sul campo del Psg. Nell’ultima giornata dovrà vincere a Newcastle e sperare che Mbappé e compagni perdano a Dortmund. 

A inizio partita Terzic lancia Malen, Reus e Bynoe-Gittens dietro Fullkrug, Pioli fa ancora i conti con l’assenza di Leao: al suo posto a sinistra c’è Pulisic mentre a destra va Chukwueze. Proprio il nigeriano ex Villarreal si prende subito la scena quando in avvio sfonda per vie centrali e fa partire un tiro che sbatte sul braccio di Schlotterbeck. Per Kovacs è calcio di rigore, ma nella sfida dagli undici metri Kobel ipnotizza Giroud e respinge una conclusione rasoterra non particolarmente angolata. 

Passano 5′ e l’occasione dal dischetto arriva anche per il Borussia Dortmund con Bynoe-Gittens che viene steso in area da Calabria: del penalty se ne incarica Reus, Maignan intuisce ma non basta per evitare la rete. 

Sotto di un gol il Milan accusa il colpo e ancora Bynoe-Gittens semina il panico però poi non trova lo specchio della porta. Dall’altro lato ci prova Pulisic senza fortuna, mentre si aprono spazi per le ripartenze ospiti con Malen e Sabitzer che arrivano a concludere senza creare troppi problemi al portiere. 

Nel momento peggiore dei rossoneri serve un’altra grande giocata di Chukwueze per ristabilire l’equilibrio: il 21 penetra in area da destra, sterza sul mancino e, aiutato da una leggera deviazione, infila il diagonale in buca d’angolo facendo esplodere lo stadio e un tifoso d’eccezione come l’eroe di Coppa Davis, Jannik Sinner. A pochi secondi dall’intervallo, sulla testa di Calabria, la chance per il sorpasso del Milan termina non di molto a lato. Galvanizzati dal finale di tempo in crescendo, i padroni di casa partono bene nella ripresa e Ryerson deve opporsi con il corpo sull’acrobazia di Pulisic.

Quando la spinta rossonera cala, il Borussia spacca la partita. Poco prima del quarto d’ora Fullkrug va da Sabitzer che di prima serve in area Bynoe-Gittens: l’inglese apre il piatto e infila Maignan sul primo palo. Non impeccabile il portiere francese che dieci minuti più tardi non trattiene il pallone e si lascia superare da una conclusione centrale del neoentrato Adeyemi per il tris ospite. In un finale con spazi aperti si perde il conto delle occasioni. Un palo di Jovic (che poi nel recupero sbatte anche su Kobel), una traversa di Fullkrug, ma il risultato non cambia più.

AGI – Il Milan ha perso in casa per 3-1 con il Borussia Dortmund e ora vede allontanarsi gli ottavi di finale di Champions. A San Siro la gara si apre con un rigore sbagliato da Giroud al settimo minuto. Al 10mo viene assegnato un penalty ai tedeschi che lo trasformano con Marco Reus. I rossoneri, però, trovano il pareggio al 38mo con Samuel Chukwueze, bravo ad accentrarsi e a calciare con il mancino all’angoletto.
Nella ripresa al 53mo infortunio al flessore per Thaw che deve lasciare il campo per Krunic. Il Borussia poi trova le reti di Gittens al 59mo e Adeyeni al 70mo che chiudono l’incontro.
Il Dortmund si è qualificato ma il Milan può ancora sperare, anche grazie al pareggio 1-1 del Newcastle sul campo del Psg. Nell’ultima giornata dovrà vincere a Newcastle e sperare che Mbappé e compagni perdano a Dortmund. 
A inizio partita Terzic lancia Malen, Reus e Bynoe-Gittens dietro Fullkrug, Pioli fa ancora i conti con l’assenza di Leao: al suo posto a sinistra c’è Pulisic mentre a destra va Chukwueze. Proprio il nigeriano ex Villarreal si prende subito la scena quando in avvio sfonda per vie centrali e fa partire un tiro che sbatte sul braccio di Schlotterbeck. Per Kovacs è calcio di rigore, ma nella sfida dagli undici metri Kobel ipnotizza Giroud e respinge una conclusione rasoterra non particolarmente angolata. 
Passano 5′ e l’occasione dal dischetto arriva anche per il Borussia Dortmund con Bynoe-Gittens che viene steso in area da Calabria: del penalty se ne incarica Reus, Maignan intuisce ma non basta per evitare la rete. 
Sotto di un gol il Milan accusa il colpo e ancora Bynoe-Gittens semina il panico però poi non trova lo specchio della porta. Dall’altro lato ci prova Pulisic senza fortuna, mentre si aprono spazi per le ripartenze ospiti con Malen e Sabitzer che arrivano a concludere senza creare troppi problemi al portiere. 
Nel momento peggiore dei rossoneri serve un’altra grande giocata di Chukwueze per ristabilire l’equilibrio: il 21 penetra in area da destra, sterza sul mancino e, aiutato da una leggera deviazione, infila il diagonale in buca d’angolo facendo esplodere lo stadio e un tifoso d’eccezione come l’eroe di Coppa Davis, Jannik Sinner. A pochi secondi dall’intervallo, sulla testa di Calabria, la chance per il sorpasso del Milan termina non di molto a lato. Galvanizzati dal finale di tempo in crescendo, i padroni di casa partono bene nella ripresa e Ryerson deve opporsi con il corpo sull’acrobazia di Pulisic.
Quando la spinta rossonera cala, il Borussia spacca la partita. Poco prima del quarto d’ora Fullkrug va da Sabitzer che di prima serve in area Bynoe-Gittens: l’inglese apre il piatto e infila Maignan sul primo palo. Non impeccabile il portiere francese che dieci minuti più tardi non trattiene il pallone e si lascia superare da una conclusione centrale del neoentrato Adeyemi per il tris ospite. In un finale con spazi aperti si perde il conto delle occasioni. Un palo di Jovic (che poi nel recupero sbatte anche su Kobel), una traversa di Fullkrug, ma il risultato non cambia più.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close