• 13 Maggio 2021 7:11

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

All’UnicusanoFondi non basta la doppietta di Calderini

Feb 27, 2017

lunedì 27 febbraio 2017 06:34

Elio Calderini, sette gol in stagione con l’UnicusanoFondi, non è completamente soddisfatto. Parlando dell’ultimo match della squadra dell’Università Niccolò Cusano, intervenendo ai microfoni di Radio Cusano Campus, ammette: “La doppietta di Cosenza? Felice a metà, avrei preferito festeggiare anche i tre punti”.

Sembra quasi destino che le doppiette di Elio Calderini con la maglia dell’UnicusanoFondi non debbano essere sufficienti a trovare la vittoria. Era già accaduto a fine gennaio nella sfida sul campo dell’Akragas, dove il primo double in rossoblù dell’attaccante di origine umbra portò solamente un pareggio. La storia si è ripetuta sabato in quel di Cosenza, piazza che aveva già conosciuto le prodezze dell’esterno offensivo per averlo applaudito nelle scorse stagioni sotto le proprie insegne. «Sembra un destino beffardo – ha dichiarato Calderini ai microfoni di Radio Cusano Campus, la radio dell’Università Niccolò Cusano (89.1 in Fm a Roma e nel Lazio, in streaming su www.radiocusanocampus.it) – ma per il momento è così, devo solamente accontentarmi delle gioie personali senza poterle accompagnarle a una successo della squadra»

RAMMARICO. Calderini è salito a quota sette gol nella classifica dei marcatori, insieme a Tiscione e alle spalle di Albadoro, miglior realizzatore gli universitari con nove reti. Ma è una soddisfazione agrodolce visto il pareggio in extremis maturato in Calabria: «Anche questa volta abbiamo da recriminare, purtroppo. Il pareggio che abbiamo subito è quasi inverosimile, sia per il modo in cui è arrivato ma anche perché i nostri avversari non ci stavano creando problemi. Ripensare poi all’occasione che abbiamo avuto subito dopo per tornare in vantaggio, mancata per pura sfortuna, non fa che aumentare il rammarico».

PLAY OFF. Rimpianto che l’ex Cosenza, peraltro lungamente applaudito dai suoi ex tifosi, prova a trasformare in sano ottimismo: «Se valutiamo la prestazione non possiamo che essere contenti, perché ogni settimana che passa dimostra che i nostri valori possono essere di livello quasi assoluto. I playoff sono nelle nostre mani, tocca a noi conquistarli e con la migliore posizione possibile. Al di là delle occasioni che abbiamo perduto, stiamo dimostrando di poter dare tanto».

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close