• 16 Aprile 2021 10:04

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Apple vuole la McLaren, ma la McLaren smentisce – La Repubblica

Set 21, 2016

MILANO – Apple sarebbe in trattative con McLaren Technology Group, il produttore di auto sportive inglese e squadra della Formula 1, per una possibile acquisizione. Lo riporta il Financial Times citando alcune fonti, secondo le quali la mossa è il segnale più chiaro di come Apple punti a trasformare l’industria delle quattro ruote. La notizia è stata però smentita dalla McLaren. Da tempo la casa della Mela sta cercando di entrare nel settore auto e ha già avviato ricerche per costruire un veicolo senza guidatore ed elettrico.

L’azienda britannica è valutata tra un milardo e un miliardo e mezzo di sterline, ma non genera utili. Sarebbe la più grande acquisizione di Apple, dopo l’operazione Beats Elettronics il gruppo audio fondato da Dr Dre e da Jimmy Iovine, comprato per 3 miliardi di dollari e dopo l’avvento di Tim Cook, non ostile alle grandi acquisizioni. La McLaren produce automobili che mediamente costano un milione di dollari l’una e si avvale di tecnologie di avanguardia che sperimenta in Formula Uno. Lo scorso anno la casa britannica ha prodotto 1654 auto per un fatturato di 450 milioni di sterline e ha in progetto un miliardo di investimenti per i prossimi sei anni. La società è detenuta dal suo presidente, Ron Dennis, Mansour Ojjeh e Mumtalakat, fondo sovrano del Bahrain.

Apple sarebbe interessata al portafoglio di tecnologie, ingegneria e brevetti. Dal 2014 Apple ha costituito un team di centinaia di progettisti e ingegneri per lavorare all’auto elettica del futuro, reclutando, tra l’altro, personale da Tesla e Mercedes-Benz. Di recente il New York Times ha scritto, invece, che l’azienda di Cupertino avrebbe rinunciato parzialmente alle sue mire nel settore licenziando gran parte del personale che lavorava al progetto. Da tempo i giornali britannici alternano voci e continue smentite sull’argomento, senza mai ottenere conferme dalla società che non ha mai parlato apertamente di una sua volontà di sbarcare in un business tradizionale come quello dell’auto, portando una forte carica innovativa.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close