• 17 Settembre 2021 2:40

Corriere NET

Succede nel Mondo, accade qui!

Apple compra McLaren? Ecco perché potrebbe essere più di un semplice rumor – International Business Times Italia

Set 22, 2016

Apple ci riprova con l’auto e dopo il grosso ridimensionamento del Project Titan, potrebbe acquisire McLaren. A diffondere il rumor è il Financial Times secondo il quale i colloqui tra Apple e McLaren sarebbero iniziati qualche mese fa. Apple avrebbe fatto un’offerta per acquisire McLaren Technology Group, azienda specializzata nella produzione di supercar ed in possesso dell’omonimo team di Formula Uno.

McLaren Technology Group, attualmente di proprietà del presidente Ron Dennis, Mansour Ojjeh e Mumtalakat, fondo sovrano del Bahrain, è composta da McLaren Automotive, che produce auto sportive e supercar, il team McLaren di Formula Uno e McLaren Applied Technologies, che lavora su progetti in diversi settori come i computer delle auto da corsa ed i sistemi di controllo del traffico aereo.

LEGGI ANCHE: Chevrolet Bolt: l’elettrica di Detroit costerà meno di 30mila dollari

McLaren Automotive nel 2015 ha prodotto 1.654 veicoli, generando un fatturato di 583 milioni dollari, (523 milioni di euro). L’attuale gamma oscilla tra 162mila e 232mila euro, fino ad arrivare all’ammiraglia P1 venduta ad oltre 1 milione di euro. La casa automobilistica si è impegnata a investire 1 miliardo di euro in ricerca e sviluppo nel corso dei prossimi sei anni, e potrebbe annunciare un’inedita supercar al Salone di Ginevra nel gennaio 2017.

Il gruppo inglese ha un valore che oscilla tra 1,3 e 1,9 miliardi, nulla rispetto alla liquidità di Apple stimata in circa 200 miliardi di dollari. Se Apple dovesse acquistare McLaren a questi valori sarebbe la sua più grande acquisizione dopo quella di Beats Audio, acquisita da Apple nel 2014 per una cifra pari a 3 miliardi di dollari-.

L’acquisizione di McLaren sarebbe quindi il secondo grande tentativo di Apple di approcciare all’automotive. Diversi mesi fa erano circolate le voci su una possibile join venture tra Apple e BMW per l’utilizzo della piattaforma della i3 per la realizzazione della Apple Car. Trattativa, quest’ultima, che però non si è mai concretizzata. I nostri colleghi di IBTimes UK hanno provato a contattare Apple sulla questione la quale però non ha rilasciato alcuna dichiarazione in merito.

McLaren smentisce

McLaren, interpellata da mashable, ha negato la trattativa. “Possiamo confermare che McLaren non è in trattativa con Apple per nessun potenziale investimento,” ha dichiarato un portavoce della casa inglese in una e-mail a Mashable.

L’accoppiata Apple McLaren sarebbe perfetta

Apple da diversi mesi ha puntato il settore automobilistico perché evidentemente ci vede un ottimo potenziale. Il ridimensionamento del Project Titan, ed i conseguenti licenziamenti, sono la conferma che Apple aveva intenzioni serie, tuttavia ha incontrato sulla sua strada diverse difficoltà. Già, perché produrre auto non è un mestiere semplice ed i “vecchietti” di Detroit hanno ancora qualcosa da insegnare alla Silicon Valley delle auto. Su una vettura moderna c’è tanta tecnologia e quasi sempre il profitto è molto basso. Ecco perché Apple ha declinato gli investimenti verso un qualcosa di più sicuro come la guida autonoma, uno dei servizi della mobilità del futuro.

L’acquisizione di McLaren permetterebbe ad Apple di portarsi a casa un’azienda specializzata nella produzione di supercar ed hypercar, oltre che al team di F1 e, quindi, di beneficiare di un solido know how tecnico. Inoltre, le supercar e le hypercar appartengono al settore del lusso, un segmento di mercato dove i profitti sono più alti. Apple cerca proprio questo: un investimento sicuro, un’azienda già pronta ed in grado di fornire solide garanzie.

Ma le aziende hanno in comune anche l’ossessiva attenzione per i dettagli e per la perfezione. Ron Dennis è sempre alla ricerca della perfezione tecnica ed ha una vera e propria ossessione per la leggerezza, ecco perché l’azienda inglese ha realizzato diversi studi sulla fibra di carbonio.

A Cupertino hanno i forzieri pieni e McLaren si candida di diritto come un’investimento perfetto per le tasche di Apple.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Guarda la Policy

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close