On line dal pomeriggio la dichiarazione dei redditi precompilata. Quest’anno l’Agenzia delle entrate ha avuto a disposizione circa 960 milioni di dati, il 3,8% in più rispetto allo scorso anno . Al primo posto le spese sanitarie (754 milioni), seguite dai premi assicurativi (92 milioni), e le Cu (61 milioni). I dati relativi a bonifici per ristrutturazioni arrivano a quota 16 milioni, cui si aggiungono quasi 6 milioni di comunicazioni per le ristrutturazioni condominiali. Inviati poi oltre 8 milioni di dati su interessi passivi, 4,6 milioni relativi a contributi previdenziali, cui si aggiungono oltre 4 milioni di informazioni che attengono alla previdenza complementare. Circa 4,4 milioni di dati, infine, riguardano rimborsi di spese sanitarie e 3,4 le spese universitarie. A disposizione, oltre al 730, anche il modello Redditi. Per l’accesso è necessario avere il pin dell’Entrate, quello dell’Inps, poppure si può utilizzare lo Spid.

Più semplice modificare le spese detraibili. Come sempre la dichiarazione potrà essere accettata cosi com’è, e in questo caso l’Agenzia delle entrata non farà nessun ulteriore controllo sulle spese, oppure integrata per aggiungere altre voci. A disposizione, ma solo a partire dal 10 maggio, la modalità di compilazione semplificata, per modificare in maniera guidata tutto il quadro E della dichiarazione, per esempio per aggiungere un onere detraibile o deducibile che non compare tra quelli già inseriti dall’Agenzia o modificare gli importi delle spese sostenute. Una volta fatte le modifiche, sarà il sistema a ricalcolare in automatico gli oneri detraibili e deducibili, sulla base dei nuovi dati e di eventuali limiti previsti dalla legge, e a inserire il totale nei campi del quadro E. Possibile anche accedere come tutore o come erede.

IL DOSSIER DI REPUBBLICA: non perdere le detrazioni

Video, sito e call center per rispondere ai dubbi. Sul canale YouTube dell’Agenzia è online un breve video di presentazione della precompilata, con le principali novità e le date da ricordare. È inoltre a disposizione un sito internet dedicato, dove sono presenti le indicazioni sui i passi da seguire fino all’invio e le risposte alle domande più frequenti. Infine, sono sempre disponibili i numeri dell’assistenza telefonica: 800.90.96.96 da telefono fisso, 06.966.68907 (da cellulare) e +39 06.9666.8933 per chi chiama dall’estero, operativi dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 17, e il sabato dalle 9 alle 13 (escluse le festività nazionali).

Le scadenze. Il 730 potrà poi essere inviato direttamente via web a partire dal 2 maggio e fino al 23 luglio. Anche il modello Redditi precompilato può essere modificato dal 2 maggio, ma potrà essere trasmesso dal 10 maggio al 30 settembre 2019.