Questione di un paio di settimane, poi avremo anche le prime impressioni dal vivo, per il contatto live con la Seat Leon 2020. La quarta generazione, dopo il debutto del primo modello nel 1999, sarà basata “ancora” su una evoluzione estrema della piattaforma MQB. Ciò significa, per amanti o meno della galassia VW, ancora molta ovvia condivisione di sistemi con la Volkswagen, con la Golf 8. Sarà commercializzata nei mesi estivi del 2020 ripercorrendo il tracciato di chi la precede nel Listino prezzi Seat.

Non rivoluzione ma evoluzione quindi, come spesso capita a molti costruttori e anche a Seat, per questa due volumi che sarà declinata in vari stili, nel corso del tempo. Per esempio la wagon ST che si allunghera di un po’ rispetto ai 4.3 metri di misura indicati per la Leon 2020 (pare verso i 4.6 metri).

Si parla di un look come visibile in questi muletti, rendering o addirittura immagini “rubate” consono all’impronta Seat. Tonica ma pulita, moderna ma non troppo garbata, perchè pensa ai giovani e sa incattivirsi parecchio, nella variante Cupra. Quella pronta anche a inserirsi nelle classifiche delle gara su pista.

Interni nuova Seat Leon 2020

Interni nuova Seat Leon 2020

Feeling Seat e Interni Tech VW

Se l’impronta di guida pare sia volutamente un po’ più diretta e rigida della media di segmento, seguendo l’indole Seat e Cupra e beneficiando di un alleggerimento, all’interno la nuova Leon 2020 cambia davvero per gli utenti. Questione di contenuti, che avanzano e recuperano su certi nuovi modelli Skoda, avvicinandosi al riferimento VW. Nuovo Infotainment di ampio touch quindi, a controllo vocale e gestuale. Nuova strumentazione attiva e “figa” come quella di molte Audi già note.

Motori ibridi 48V e Listino da 24K

Sotto il cofano della nuova Seat Leon 2020 presentata a fine gennaio e mostrata al Salone di Ginevra, si parte con piccoli TSI benzina, come il 1.0 tre cilindri (95 e 115 CV) per passare al più coerente TSI Evo 1.5 (130 e 150 CV) in versione MHEV, ovvero ibrido soft (ma più hard delle Panda e 500 hybrid) a 48 Volt. Previsto ancora il gasolio, con TDI 2.0 fino a 150 CV elettrificato mild. Punta di diamante, pare, per il debutto, la Leon 2020 ibrida plug-in, con un TSI 1.4 benzina elettrificato fino a superare i 200 CV e offrire una cinquantina di Km in EV. La Leon Cupra, anch’essa in arrivo, userà finiture aggressive e motore turbo a benzina ibrido per circa 250 CV di potenza. Per il top assoluto di prestazione, non è ancora possibile dire, ma si parla di sfondare i 300CV.

In breve, tempo massimo un annetto, al Listino Prezzi Seat Leon 4^ serie si aggiungeranno anche varianti bifuel, con il metano, oltre che la wagon. Per adesso, la generazione in corso e pronta consegna dai concessionari, apre a euro 22.550, per toccare i 38.250 con la Leon Cupra 2.0 TSI DSG. Lecito attendere un piccolo aumento di prezzo, visto il piccolo ma vistoso salto in avanti dei modelli, specialmente gli ibridi.

Fonte immagini: Carscoops

Visualizza gallery (3 foto)
La Gallery