VERONA – Il portiere del Verona Marco Silvestri ha risposto alle domande postegli dai tifosi gialloblù nella rubrica “Distanti ma… comunicanti”: “Sto bene, anche la mia famiglia. Aspettiamo che passi questo momento restando a casa, facciamo un po’ di attività familiare. Sono giorni molto particolari, non è semplice, perché mi manca molto l’allenamento, la partita. Però troviamo sempre la maniera di passare la giornata nel miglior modo possibile. Meglio allenarsi con la mia compagna Sofia o fare una delle mie dirette su Twitch? Allenarmi con Sofia tutti i giorni, senza dubbio. Però è anche molto bello fare le dirette su Twitch, mi diverte perché è una passione che ho sempre avuto, è una cosa che mi sono sempre detto che avrei fatto, e grazie a questa situazione brutta ho trovato il tempo di farla”. Il portiere gialloblù parla poi dei suoi due colleghi con i guantoni: “Con Radunovic e Berardi c’è un rapporto speciale, ma non ci alleniamo a distanza. Anche se penso che tutti e tre stiamo facendo più o meno le stesse cose. Li sento, ma non ci alleniamo insieme. Il preparatore Massimo Cataldi ci ha dato delle indicazioni, degli allenamenti da fare tutti i giorni. La mia dieta? Ovviamente sto attento a cosa mangio. Noi mangiamo molto bene a casa, di solito cucina Sofia. Non prendiamo quasi mai da fuori, in questa quarantena abbiamo preso soltanto una volta una pizza. Mangiamo cose salutari, senza esagerare”.

Silvestri non nasconde i propri desideri: “C’è una voglia matta di tornare a Peschiera, ma soprattutto al Bentegodi, a giocare davanti ai nostri tifosi. È assurdo come sia finito così, in un attimo, senza rendercene nemmeno conto. Manca molto, manca l’odore dell’erba. Con i miei genitori a Reggio Emilia ci chiamano tutti i giorni, soprattutto perché vogliono vedere mia figlia. Oggi ha pure nevicato nel mio piccolo paese, una cosa assurda: ieri c’era caldo, oggi ha nevicato”. Il portiere scaligero conclude così la sua intervista: “Un saluto a tutti i tifosi del Verona: un abbraccio forte, ci vediamo presto, speriamo al Bentegodi. Vi aspettiamo anche a Peschiera, ovviamente. Faccio un grande saluto al mio amico Tommy, spero di poter entrare in campo con lui alla prima partita al Bentegodi”.