High Fidelity (Alta Fedeltà), l’adattamento seriale targato Hulu dall’omonimo romanzo di Nick Hornby e dal film del 2000 di Stephen Frears, è stato benevolmente accolto dai telespettatori, tanto da essere stato rinnovato per una seconda stagione.

Intervistata da Indiwire, l’attrice protagonista Zoë Kravitz ha voluto approfondire l’aspetto di uno dei pilastri fondamentali dello show ovvero la musica.

In High Fidelity, infatti, ogni traccia sonora sembra accuratamente selezionata per aiutare lo spettatore a capire qualcosa in più, a livello biografico o anche solo emozionale, dei personaggi.

In merito alla scelta dei brani in questa prima stagione, la Kravtiz ha dichiarato che:

Non è stato come se avessimo fatto dei calcoli su quanti lati B rispetto ai grandi successi avere. Istintivamente, sapevamo che dovevamo raggiungere quell’equilibrio. Ci sono momenti in cui vuoi dare il via a una canzone che sai che le persone conosceranno e ameranno. E poi ci sono così tante canzoni che ti piacciono, ‘Oh mio Dio, le persone si innamoreranno della canzone se non l’hanno mai sentita!’

Alla domanda su quali potrebbero essere le potenziali aggiunte musicali della seconda stagione, l’interprete della scombinata proprietaria del negozio di dischi Championship Vinyl, ha rilanciato un tris di assi:

Mi piacerebbe avere un po’ più di hip-hop nello show. Mi piacerebbe coinvolgere J Dilla nello show. La sua roba ha solo un’ottima atmosfera. Portiamo un po ‘di Portishead nello show. E lasciami dire … Beach Boys. Sarebbe molto bello. Tendo a pensare alle cose in termini di ciò che sembra davvero cinematografico.


Nei dieci episodi della prima stagione, ad aiutare Rob a guarire dall’ennesima disillusione amorosa, fra ardite soundtrack e numerose citazioni alla cultura pop, ci sono i suoi fedeli commessi e amici, interpretati dai giovani attori Da’Vine Joy Randolph (Cherise) e David H. Holmes (Simon).

Ed è proprio sul concetto di amicizia, altro fulcro su cui ruota High Fidelity, che Zoë Kravitz ha aggiunto:

Tutti sono stati in grado di essere se stessi. Mi sono innamorata di loro come gruppo e questo è sempre stato qualcosa di così importante per noi. Abbiamo detto davvero: ‘Tu devi uscire con queste persone o lo spettacolo funziona’. E certamente voglio uscire con quelle persone.

Non avete ancora letto il libro cult Alta Fedeltà di Nick Hornby dal quale è tratta la nuova serie targata Hulu? Che aspettate! Cliccate qui.