martedì 29 novembre 2016 17:19

MILANO – Domande sul modulo, sul valore dell’organico dell’Inter e un commento sulle difficoltà della squadra. Bruno Satin, agente del tecnico Stefano Pioli, svela a Sky Sport alcuni retroscena del colloquio tra l’allenatore e la società, durante i casting del club per sostituire De Boer. «C’erano tutte le parti del club – racconta – sia la proprietà cinese, con i suoi consiglieri, sia la parte di Thohir, Williamson e i dirigenti italiani Gardini, Ausilio e Zanetti. Credo che abbiano fatto una shortlist dalla quale hanno voluto incontrare tutti i candidati».

Tante le domande fatte a Pioli durante l’incontro: «Hanno chiesto come voleva giocare, cosa pensasse della squadra e perché non giocava bene. Il modulo su cui lavorare, le motivazioni, lo spirito di gruppo. Pioli è uno serio, non vende fumo. È sempre stato molto sereno e sicuro di se stesso, ha sempre pensato di portare la squadra al top».

Pioli: «Voglio un’Inter che comandi il gioco»

Inter, Gabigol torna al Santos? L’agente nega