La dinamica

Sabato sera Rayshard Brooks, 27 anni, stava dormendo nella vettura, nello spiazzo davanti al ristorante quando viene svegliato dagli agenti che gli chiedono di sottoporsi alla prova del palloncino. Brooks si rifiuta, oppone resistenza e a quel punto i poliziotti lo tirano fuori dall’auto per ammanettarlo e arrestarlo. Da quel momento si accendono le luci. La sequenza delle immagini viene postata su Twitter da Gerald Griggs, avvocato e vice presidente della National Association for the advancement of colored people di Atlanta. Si vedono tre uomini aggrovigliati a terra. Brooks, con una maglietta bianca tenta di strappare il taser, la pistola a scossa elettrica, a uno degli agenti. Sembra riuscirci, si rialza e comincia a correre verso la zona buia della piazzola. I poliziotti lo inseguono. Uno di loro ancora armato con il taser, ma non riesce a fermarlo. L’inquadratura si spezza. Gli inquirenti sostengono che a quel punto Rayshard si sia voltato e abbia minacciato con il taser uno degli inseguitori. Si sentono solo diversi colpi di pistola. Brooks crolla a terra. Arriva l’ambulanza. Il giovane viene trasportato subito in sala operatoria, ma non sopravvive alle ferite.