Xperia 1 II, nuovo smartphone dell’azienda presentato poco più di un mese fa, sembrerebbe avere delle inedite caratteristiche tecniche non svelate in fase di presentazione. In particolare dal punto di vista del comparto fotografico e dello storage interno.

In seguito alla decisione di annullare la partecipazione all’evento del Mobile World Congress di Barcellona, Sony ha presentato il nuovo smartphone tramite diretta streaming mostrando alcune delle caratteristiche che contraddistinguono il nuovo dispositivo.


Tra queste, il comparto fotografico è uno dei punti forti su cui l’azienda ha voluto porre particolare attenzione: Xperia 1 II dispone infatti di due sensori prodotti dalla stessa Sony e due sensori realizzati da Samsung. Nello specifico, un sensore principale Sony IMX557 da 12 Megapixel 24mm f/1.7 e un sensore ultra grandangolare Sony IMX363 da 12 Megapixel 16mm f/2.2 . Il teleobiettivo implementato è invece un sensore Samsung ISOCELL S5K3T2 da 12 Megapixel 70 mm f/2.4. Troviamo infine un ulteriore sensore Samsung S5K4H7 utilizzato per la fotocamera frontale da 8 MP 24mm f/2.0.

La caratteristica inedita per l’Xperia 1 II sembrerebbe dunque il sensore principale IMX557, sensore molto simile all’ IMX555 che l’azienda Samsung ha deciso di montare sui nuovi flagship della serie S20 da poco presentati.

Non dimentichiamo che Xperia 1 II è il primo device ad essere in grado di offrire funzioni di tracking AF/AE a 20 FPS, con calcolo continuo AF/AE 60 volte al secondo ed infine Real-time Eye AF che si basa sul riconoscimento tramite AI.

Con riferimento allo storage interno, secondo quanto emerso da Androbench, la memoria UFS 3.0 implementata sul dispositivo ha una velocità di lettura e scrittura di elevata velocità.