SE su WhatsApp c’è una funzione per cambiare numero di telefono associato all’account, senza perdere dunque tutte le informazioni collegate e le conversazioni, manca tuttavia la possibilità di utilizzare due numeri diversi su uno stesso dispositivo. Né sull’app Android né su quella per iPhone esiste infatti l’opzione per passare da un numero all’altro sull’applicazione, a seconda delle proprie esigenze, magari lavorative. Così che spesso si è costretti a usare due smartphone diversi, un dual Sim con profili separati o rassegnarsi a mescolare faccende personali con necessità professionali.

Come spesso accade per le funzionalità non garantite dalle applicazioni più popolari, la strada principale è ricorrere ad applicazioni di terze parti. In questo caso si chiama Parallel Space e rende possibile – per WhatsApp come per quasi qualsiasi altra applicazione, su iOS e Android – avere due account sullo stesso smartphone rimanendo nei limiti delle regole stabilite dalla piattaforma fondata da Jan Koum e controllata da Facebook.

Tenendo presente che lo spazio necessario e il consumo di batteria possono essere superiori rispetto a quelli dell’app principale – e anzi, sono in effetti ben più elevati – basti spiegare che una volta scaricata si potranno aprire due finestre di WhatsApp. La principale, appunto, e la ‘parallela’. Basterà così impostare i due profili legati ai due numeri avendo cura di visualizzare uno dei due messaggi di conferma su un altro smartphone. In questo modo si virtualizzerà un account, che sarà sempre a disposizione sul dispositivo principale.

Se non si volesse utilizzare Parallel Space, e si possiede uno smartphone Android, un’altra soluzione è la modalità Ospite che crea un ulteriore account locale sullo stesso dispositivo. All’interno della quale configurare un account WhatsApp con un altro numero. Ma il passaggio dall’una all’altra rischia di essere più lungo e meno lineare di Parallel Space.