Oscar 2020 i nostri pronostici! Alle 14:18 del 13 gennaio sono state annunciate lenomination dei novantaduesimi Academy Awards, meglio conosciuti come gli Oscar. Tra nomi attesi, Joaquin Phoenix per citarne uno, e titoli anticipati con le shortlist del mese scorso (link), ora che siamo in possesso di tutti i pezzi del puzzle è quindi arrivato il momento dei pronostici.

Oscar_2019

La redazione di Cultura Pop, nelle figure dei suoi redattori appassionati di cinema, ha deciso di mettersi in gioco e stilare i propri pronostici per alcune delle categorie più calde.

Ci sarebbe piaciuto esprimerci su tutte le categorie in concorso, ma data la mole di premi abbiamo deciso di compilare una lista selezionata delle categorie in grado di generare più dibattito, sacrificando i riconoscimenti più tecnici.

Ognuno dei partecipanti a questo giro di pronostici si esprimerà riguardo i seguenti Oscar:

  • Miglior film (Academy Award for Best Picture)
  • Miglior regista (Academy Award for Best Director)
  • Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)
  • Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)
  • Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)
  • Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)
  • Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)
  • Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

I pronostici di Mabelle Sasso:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

The Irishman

L’academy adora essere autoreferenziale e celebrare un certo modo di fare cinema. The Irishman, al netto del suo starpower, rappresenta il testamento di un mondo che sta scomparendo e assolve al suo compito di mostrare e raccontare senza compromessi e stabilendo le sue regole.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Bong Joon Ho – Parasite

Bong Joon Ho sconvolge con il suo Parasite, un film in grado di sovvertire ogni aspettativa e prendere in prestito da diversi generi, confezionando una storia eclettica e imprevedibile.

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

Phoenix ci regala una prova attoriale di straordinaria potenza, in cui la sua trasformazione in Arthur Fleck ci investe e ci obbliga ad essere testimoni della personale discesa agli inferi del personaggio. Memorabile la sequenza di ballo sulla scalinata, divenuta ormai un’icona del cinema moderno.

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Brad Pitt – C’era una volta a… Hollywood

Brad Pitt, nel ruolo di Cliff Booth, regge sulle spalle l’intero film: i suoi sguardi, le sue gestualità, l’alchimia con Leonardo Di Caprio nonché la catarsi della sequenza finale lo rendono il candidato più forte di questa categoria.

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Saorise Ronan – Piccole Donne

Dopo aver sfiorato l’Oscar nel 2017 con Lady Bird, Saorise Ronan emerge nuovamente tra le favorite grazie ad un ruolo “tailor made” che le da la possibilità di misurarsi con uno dei racconti più amati della letteratura e del cinema americano. La Jo March di Ronan porta sullo schermo una versione inedita del personaggio alcottiano, rendendo omaggio alle versioni di Katharine Hepburn e Wynona Rider.

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – Jojo Rabbit

Doppia nomination per Johansson, che penso vincerà la statuetta come miglior attrice non protagonista per il ruolo di Rosie. Si tratta di un personaggio forte e animato da un’incredibile dolcezza, in grado di commuovere ed emozionare.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

Grazie ad una trama sorprendente e all’utilizzo di animazioni 2D Klaus ci riporta alla memoria ricordi della nostra infanzia, regalandoci un’autentica favola di Natale.

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

The Lion King

Questa categoria, costellata di pesi massimi dell’intrattenimento, abbraccia film in grado di portare stupore e meraviglia, per questo motivo non si tratta di una scelta facile. Per il mio modesto parere The Lion King, con i suoi animali fotorealistici stabilisce un nuovo standard degli effetti visivi, generando creature interamente digitali capaci di trasmettere emozioni e interagire con l’ambiente circostante, senza però generare sensazioni spiacevoli nello spettatore dovute al fenomeno dell’ “Uncanny Valley” (qualsiasi riferimento a Cats è puramente voluto).

I pronostici di Mario Petillo:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

Joker

La profondità del tema trattato e la precisione con la quale il regista ha affrontato anche la psiche deviata di Joker è meritevole del premio, per aver raccontato la genesi di uno degli antagonisti più complessi dell’entertainment.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Quentin Tarantino– C’era una volta a… Hollywood

Il suo ultimo film non è tra i migliori dal punto di vista della sceneggiatura, che ho trovato poco ispirata rispetto a Pulp Fiction e Le Iene, ma registicamente Tarantino resta spanne sopra molti dei suoi concorrenti.

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

L’interpretazione di Joker è unica e non è paragonabile a quella di Ledger con Nolan: sono due personaggi diversi e Phoenix è di un livello altissimo. Perché essere un pazzo non è per niente facile.

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Brad Pitt– C’era una volta a… Hollywood

Per i tempi comici, per la presenza scenica, per la capacità di raccontare l’ostico ruolo di una spalla e di uno stuntman forse offuscato da DiCaprio, ma grande protagonista della vicenda.

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Saorsie Ronan

Tre è il numero giusto: per la Ronan è il momento ideale per arrivare alla vittoria dopo due nomination che non hanno prodotto nulla di concreto. Con Piccole Donne acclamato da tutti, non può essere che lei la portabandiera del successo.

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – Jojo Rabbit

Avrebbe meritato spazio per A Marriage Story, almeno nella cinquina delle protagoniste, senza dover necessariamente vincere, ma come attrice non protagonista ha comunque il merito di aver inanellato un grande anno per la sua carriera.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

Delicato, profondo, inaspettato. Un’altra grande storia di una genesi che nessuno si è mai chiesto da dove nascesse. Una produzione raffinata e affascinante, che merita di essere la produzione migliore dell’anno.

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

Avengers: Endgame

Provate voi a raccontare l’epopea di Thanos e del suo maledetto Guanto dell’Infinito così come hanno fatto in casa Marvel.

I pronostici di Mauro Monti:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

The Irishman

Nell’epoca dello streaming con un oggettivo cambio del modo di fruizione della settima arte da parte del pubblico premiare una produzione pensata per il cinema e realizzata per la TV con un cast degno del miglior film di Hollywood sarebbe un segnale forte ed importante per tutti i player del settore. Fra “Storia di un matrimonio” e “The Irishman” a quest’ultimo va la mia previsione di vincita per tipologia, stile, tenuta e stampo della pellicola.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Quentin Tarantino – C’era una volta a… Hollywood

Tolto il miglior film a: “C’era una volta… a Hollywood” la miglior regia va di diritto a Tarantino per un prodotto che non spicca fra i migliori del regista, ma che lo vede sicuramente al di sopra della concorrenza di questa edizione degli Oscar

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

Quando una pellicola viene identificata in maniera univoca ed assoluta con un attore questa non può che essere una interpretazione da Oscar. Anche “l’uomo della strada” sa che Phoenix è Joker. “Disturbante” al punto giusto, ha interpretato la follia come pochi altri sono riusciti a fare nel tempo.

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Brad Pitt– C’era una volta a… Hollywood

Ha fatto incetta di premi delle varie associazioni di critici americani e quindi di fatto ha già ipotecato negli scorsi mesi questo premio. Dalla sua un’interpretazione fresca ed attuale che lo ha visto in un ruolo nel quale si è saputo immergere alla perfezione. La quarta candidatura come attore per gli Oscar dovrebbe essere quella giusta.

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Renée Zellweger – Judy

Attrice alla quarta nomination Oscar (dopo aver vinto nel 2004 come miglior attrice non protagonista) ha dalla sua una buona valutazione della critica già dimostrata durante la proiezione al Toronto International Film Festival. Una interpretazione forte e vibrante degna sicuramente questa volta della statuetta d’oro.

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – Jojo Rabbit

I siti di scommesse non la danno per favorita ma una statuetta in questo anno di “quasi successi” sarebbe il giusto riconoscimento a questa attrice. Durante l’anno non ha vinto alcun premio rilevante ma è stata candidata a tutti i principali premi del settore (esclusi i Golden Globe). In Jojo Rabbit ha una marcia in più rispetto alla concorrenza alla statuetta d’oro.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

Una produzione magistrale che come il Natale: “quando arriva, arriva”.

Delicato, attuale, tecnicamente ottimo. Una rivisitazione di concetti classici letti con un occhio moderno senza cadere in cliché o semplificazioni fanciullesche.

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

Avengers: Endgame

La lotta con Star Wars è sicuramente spietata. Entrambe le pellicole chiudono un ciclo e gettano i semi per il proseguo del loro universo. Ma Endgame tecnicamente propone una marcia in più allo spettatore in un’orgia di effetti speciali che non si interrompe nemmeno quando la normalità è trasmessa sullo schermo.

I pronostici di Manuel Enrico:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

Joker

Non era semplice andare a prendere un personaggio iconico e complesso come il Clown del Crimine, portandolo oltre l’immaginario da fumetto e rendendolo umano. Joker di Todd Phillips riesce a in questo intento, mostrando un uomo prima del personaggio, in una storia delle origini che sa di realtà prima che di fumetto.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Todd Phillips

In mezzo a tanti mostri sacri, Phillips emerge per essersi mostrato una scommessa vincente, realizzando un film intenso, etichettato come cinecomic, ma che è un racconto visivo umano e appassionante. Scelte di inquadrature, dinamismo e rispetto della narrazione emotiva sono tratti distintivi del suo ultimo lavoro, diventandone i punti forti.

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

Nessun paragone, niente Jack, Heath o Jared. Phoenix interpreta un Joker diverso, estremo ed umano, ne vive la progressione emotiva in ogni istante. Dalla danza sulle scale al balletto nella Gotham insorta, Phoenix non perde mai di vista il suo ruolo, dominando un personaggio complesso e rendendolo vivo.

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Anthony Hopkins – I due Papi

L’attore inglese ci ha abituati a grandi interpretazioni, e confrontarsi con un ruolo intenso come quello di papa Ratzinger non era semplice. Eppure, Hopkins è convincente, autorevole e misurato nel non esser macchiettistico ma nel dare ad una figura storica contemporanea una dimensione umana, oltre la maschera pubblica.

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Scarlett Johansson – Storia di un Matrimonio

Marriage Story è un ritratto familiare intenso per la sua interpretazione. Schiava della sua figura di Vedova Nera, la Johansson va oltre il ruolo di femme fatale, mostrando una chiave emotiva intensa, sinergica alla sua controparte maschile, in un affresco suggestivo e da non perdere.

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – Jojo Rabbit

Meriterebbe la doppietta, la bella Scarlett? Forse, ma il suo ruolo nella pellicola di Waititi è dolce, ironico, un’interpretazione sincera che andrebbe premiata con una statuetta.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

Il classico film che non ti aspetti, quella vecchia scuola che ancora riesce ad emozionare con l’artigianalità anziché la tecnologia. La storia di Klaus è un racconto sul Natale che tocca le giuste corde, con ironia e sensibilità

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

Avengers: Endgame

Al netto di critiche e spocchia di grandi nomi, Avengers: Endgame affianca ad una bella storia una realizzazione visiva incredibilmente suggestiva. Lo scontro finale è pura emozione, con un’immagine epica che preannuncia uno scontro epocale. L’intensità della scena dei portali è poesia, per musica ma soprattutto per gli ottimi effetti speciali.

I pronostici di Imma Marzovilli:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

Parasite

Difficile davvero poter stabilire chi possa essere il vincitore in questa categoria. Ma Parasite è forse un pelo sopra la media, seppur altissima, dei film proposti. Una lucida analisi di quella che è la società contemporanea, fatta con intelligenza e destrezza narrativa. Un insieme di fattori che ne determinano la vittoria, per la “semplicità” espositiva e la linearità della narrazione che rende Parasite un’opera davvero universale.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Quentin Tarantino – C’era una volta a… Hollywood

Una regia perfetta quella di Tarantino per questo suo ultimo lavoro. Niente di lasciato a caso, tutto in ordine e tutto, ugualmente, fuori posto, per una messa in scena davvero da Oscar. Le scelte di regia di Tarantino sono state impeccabili e ammirevoli, senza queste non ci sarebbe stato il film.

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

Sicuramente il favorito tra tutti, Phoenix ci ha regalato delle emozioni così difficili da poter trovare sul grande schermo che ha illuso tutti che la storia del Joker potesse riguardare ognuno di noi. Una performance del genere non si vedeva… o forse non si è mai vista, così come una profondissima costruzione del personaggio.

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Brad Pitt – C’era una volta a… Hollywood

Volendo seguire le anticipazione dateci dalla premiazione dei Golden Globe della scorsa settimana, con ogni probabilità sarà proprio Pitt a portarsi a casa la statuetta. L’attore ha dato prova del suo indiscusso talento e premiarlo, per questa interpretazione è un dovere!

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Saorise Ronan – Piccole Donne

Sarà che sono una romantica, ma questa rivisitazione del grande classico di Louisa May Alcott fatta da Greta Gerwin è una piccola perla. L’interpretazione della Ronan è totalmente adatta a tutto il contesto nel quale il suo personaggio è inserito. È credibile, sfacciatamente intelligente, e genuinamente retrò, una Jo perfetta!

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – JoJo Rabbit

Film sicuramente discusso quello di Taika Waititi, JoJo Rabbit, ma che ci regala davvero un bel po’ di emozioni, e una di queste è la performance attoriale della Johansson, quest’anno candidata in due diverse categorie.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

Sicuramente la rivelazione dello scorso autunno, Klaus è un film classico e all’avanguardia allo stesso tempo. Un film che arriva dritto al cuore dello spettatore e permette a tutti di vivere emozioni universali e condivise. Una delle migliori pellicole d’animazione degli ultimi tempi.

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

Avengers: Endgame

Gli effetti speciali dell’ultimo film dei Vendicatori sono sicuramente sopra la media degli altri concorrenti al titolo. Dan DeLeeuw e Daniel Sudick hanno deliziato i nostri occhi con effetti fuori dall’ordinario, regalandoci la degna ed epica fine di un’era, quella del MCU, destinata comunque a rinnovarsi.

I pronostici di Daniele “Kinder” Rea:

Oscar pronostici

Miglior film (Academy Award for Best Picture)

Storia di un matrimonio

Adam Driver e Scarlett Johansson insieme funzionano e il film è proprio del genere che piace agli Studios. Per me è si.

Miglior regista (Academy Award for Best Director)

Martin Scorsese – The Irishman

Probabilmente questo sarà l’ultimo colossale film del Maestro e credo che l’Oscar come miglior regista sia un’ottima opportunità per omaggiarlo degnamente.

Miglior attore protagonista (Academy Award for Best Actor)

Joaquin Phoenix – Joker

Non sono un fan del film, ma i meriti di essere un ottimo prodotto gli vanno riconosciuti, e l’interpretazione di Phoenix è fuori discussione. Certo se il film non si fosse chiamato Joker sarebbe stato meglio…

Miglior attore non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actor)

Brad Pitt – C’era una volta a… Hollywood

Il buon Brad Pitt ci ha convinto nell’ottavo film di Quentin Tarantino, e poi diciamolo da quando ha detto che avrebbe fatto spazio a Leonardo Di Caprio su quella porta galleggiante tutti vorremmo avere un amico come lui vicino.

Miglior attrice (Academy Award for Best Actress)

Scarlett Johansson – Storia di un matrimonio

Scarlett Johansson non è solo bella e quest’anno lo ha confermato in pieno, quindi credo che questa statuetta se la sia meritata.

Miglior attrice non protagonista (Academy Award for Best Supporting Actress)

Scarlett Johansson – Jojo Rabbit

Questo è l’anno della Scarlett, se non dovesse ricevere la statuetta per il ruolo di protagonista, non possono negarle quella per il suo ruolo nel film di Taika Waititi.

Miglior film d’animazione (Academy Award for Best Animated Feature)

Klaus

un vero gioiello di animazione che merita di essere premiato. Design dei personaggi, musica e fotografia sono i punti forti di questa nuova versione della leggenda di Babbo Natale.

Migliori effetti speciali (Academy Award for Visual Effects)

Star Wars: L’ascesa di Skywalker

Quando penso a Star Wars vorrei avere il dispositivo cancella memoria in dotazione ai Men In Black per farmi dimenticare la rabbia provata dopo aver visto questo film che ho atteso per 40 anni. Purtroppo non è ancora stato inventato e mi consolerò ripensando ai bellissimi effetti speciali del film. (in realtà lo faccio solo per le spade laser).

Se siete alla ricerca di una statuina degli Oscar potete dare un’occhiata a questo link di Amazon.