ROMA – Straordinario Dominik Paris. L’azzurro trionfa ancora una volta ad Andorra: dopo la vittoria in discesa libera arriva anche quella in SuperG ed è ancora più importante, visto che permette all’altoatesino di alzare al cielo la Coppa del Mondo di specialità. Una gara senza storia: i rivali per la classifica finale rimangono tutti alle spalle. Vincent Kriechmayr, Aleksander Aamodt Kilde e Matthias Mayer devono solo levarsi il cappello davanti a Dominik Paris. Sul podio di Soldeu si presenta un ragazzo emozionato, quasi tremolante quando riceve la Coppa di Cristallo. Una vittoria meritatissima, una classifica dominata e un minuscolo rammarico: la mancata doppietta SuperG-Discesa libera.

LA GARA – Apre le danze Christof Innerhofer. L’azzurro, però, sbaglia subito nel salto iniziale e compromette la sua gara. Dopo di lui parte Hannes Reichelt, ma anche l’austriaco commette lo stesso errore. La vera gara inizia quando parte Mauro Caviezel: l’elvetico ferma il cronometro a 1:20.57. Quando parte Kjetil Jansrud il gioco si fa duro: il norvegese è uno dei più forti in SuperG, ma finisce dietro lo svizzero di 43 centesimi. Col pettorale numero 7 parte Dominik Paris: è il leader della classifica di specialità, ma non può e non deve fare calcoli. Paris è perfetto: dove in molti sbagliano, lui vola. Al primo intermedio ha 35 centesimi di ritardo, poi inizia a rosicchiare porta dopo porta. Al traguardo ha 15 centesimi di vantaggio e salta dalla gioia. Ora c’è solo da aspettare la discesa dei suoi rivali. La battaglia è contro Vincent Kriechmayr, ma l’austriaco non va mai in luce verde: chiude con 44 centesimi di ritardo. Kilde, un altro missile della velocità, finisce dietro di oltre un secondo. Per la vittoria matematica bisogna solo attendere Matthias Mayer: l’austriaco rischia di finire nelle reti di protezione e compromette la sua gara. Non c’è modo migliore di festeggiare con una vittoria, l’ennesima di questa stagione straordinaria. Dominik ‘Dominator’ Paris: vincitore della Coppa del Mondo di SuperG.

LA CLASSIFICA FINALE – 1° Dominik Paris: 430 punti. 2° Vincent Kriechmayr: 346 punti. 3° Mauro Caviezel: 324 punti. 4° Kjetil Jansrud: 316 punti. 5° Aleksander Aamodt Kilde: 299 punti.