Seagate ha chiuso il secondo trimestre fiscale 2017 con un fatturato di 2,89 miliardi di dollari, un utile netto di 297 milioni e un margine lordo del 30,8%. Si tratta di risultati, figli soprattutto della vendita di prodotti di archiviazione per il settore cloud, che superano le aspettative degli analisti.

Secondo Steve Luzco, amministratore delegato e presidente dell’azienda, la situazione dell’azienda è migliorata in tutto lo scorso anno, chiudendo l’anno con “risultati quasi record” sul fronte del flusso di cassa, del margine lordo e della profittabilità.

hard disk seagatehard disk seagate

In realtà il fatturato è leggermente calato dai 2,99 miliardi dello scorso anno, ma poiché gli analisti si aspettavano un ammontare tra 2,82 e 2,83 miliardi, il titolo in borsa è cresciuto nettamente nelle contrattazioni after hours, superando il +10%.

A fare la parte del leone è l’utile, che l’anno passato era “solo” di 155 milioni di dollari, ma anche la previsione per il prossimo trimestre. Seagate si aspetta un fatturato di 2,7 miliardi a fronte di un’attesa di 2,6 miliardi da parte del mercato.

In questi progressi ha senz’altro pesato la decisione di Seagate di tagliare la spesa sui sistemi di archiviazione tradizionali per focalizzarsi sul cloud. A luglio dello scorso anno Seagate ha varato il taglio del 14% della sua forza lavoro, circa 6500 dipendenti, con un processo che si completerà entro l’anno fiscale 2017. In questa opera di ristrutturazione rientra anche la chiusura dell’impianto di Suzhou, in Cina.

“Per il futuro siamo ottimisti sulle opportunità a lungo termine per il business di Seagate, con sempre più consumatori e aziende che abbracciano e beneficiano del passaggio dell’archiviazione al cloud e alle applicazioni mobile”, ha sottolineato Steve Luzco.

Seagate Barracuda 2 TB ST2000DM001Seagate Barracuda 2 TB ST2000DM001 Seagate Barracuda 2 TB ST2000DM001